E la testimonianza della nostra “testimonial” Giulia? Eccola!



“Sono Giulia e ho quasi 26 anni e vivo a Treviso.

Voglio condividere con voi la mia esperienza con il CPT-OG sperando che vi possa essere utile sia come stimolo per intraprendere con entusiasmo questo percorso sia per comprendere l’importanza di questa scoperta.

Il principio del mio percorso di sofferenza posso ricondurlo sostanzialmente dalle scuole medie, periodo in cui avevo iniziato a soffrire di sintomi come dolori masticatori, fastidio e senso di compressione del viso nel lato sinistro, orecchie chiuse, otiti (sempre nello stesso orecchio), debolezza, sonnolenza, nausea, dolori muscolari, senso di “ovattamento”, vertigini, mal di gola, difficoltà a digerire, sensazione di freddo, sintomi febbrili, impossibilità a rilassarmi e a concentrarmi.

Alle superiori questi sintomi si sono via via intensificati e, a questi, se ne sono aggiunti altri: tensione alla nuca, senso di nausea soprattutto al mattino, mal di schiena, tensione nervosa, disturbi visivi e propriocettivi, dolori quasi insopportabili alla zona lombare, il torcicollo, cervicali, ansia, timidezza, mente annebbiata e insicurezza.

Nel 2010 ho iniziato l’università e ho preso la decisione, dopo vari episodi di perdita dell’equilibrio e dei dolori costanti alla schiena, di andare dal fisioterapista a fare un controllo.

Il fisioterapista, durante la visita, notò subito la mia difficoltà a stare in piedi dritta ed il fatto che il mio viso avesse una forma asimmetrica che arrivò a definire “a banana”. Il suoi consigli furono quelli di: approfondire i problemi posturali da una posturologa e leggere un libro sulle ferite (rifiuto, abbandono, ingiustizia, umiliazione e tradimento) che condizionano la nostra vita e determinano problemi di ordine fisico, emotivo o mentale. Quel libro l’ho comprato ma non l’ho mai iniziato (dentro di me sapevo che non era quella la strada giusta per risolvere i miei problemi).

Da lì è iniziata tutta una serie di visite da vari specialisti per trovare la causa dei miei sintomi e la soluzione più appropriata al mio caso. Sono andata da una posturologa, un fisiatra, un oculista, vari dentisti e una neurologa. Dopo tutte queste visite ho capito che i medici e specialisti di vari ambiti, in realtà, di fronte ad un caso come il mio erano spiazzati e andavano per tentativi e ognuno trovava le cause guardando unicamente dalla prospettiva del proprio settore di studi senza valutare la mia disfunzione in modo complessivo e olistico.

Ricordo una visita, in particolare, che mi ha spronata a cercare da sola su internet una soluzione: quella neurologica. La neurologa, dopo avermi visitata, si era accorta che io avevo due sintomi della sclerosi multipla: l’iperreflessia (i riflessi accelerati degli arti inferiori) e delle clonie sempre negli arti inferiori. Questo medico, con freddezza, mi aveva detto che con tutta probabilità avevo la sclerosi multipla e che avrei dovuto fare degli accertamenti mediante risonanza magnetica.

Quella settimana in cui aspettavo di dover fare la risonanza magnetica per avere la conferma, o meno, di avere la sclerosi, per me è stata la settimana decisiva: io volevo trovare una soluzione, volevo capire se altre persone avevano i miei stessi sintomi. Non accettavo di arrendermi e di vivere una vita di sofferenze e sintomatologie invalidanti. Così mi sono messa alla ricerca su internet, e mi sono imbattuta nel sito e nella grande scoperta di Maurizio Formia. Non sapevo che da quel momento avrei intrapreso un percorso che mi avrebbe letteralmente cambiato la vita.

Leggendo le testimonianze ho intuito di aver trovato la soluzione e la spiegazione ai miei sintomi, così, tempo qualche mese, ho incominciato il riequilibrio meccanico abituale OG.

La sensazione di decompressione al viso è stata immediata, già dal primo giorno non sentivo più quella morsa al lato sinistro del volto.

Pian piano mi sentivo più leggera e dritta.

Dal giorno in cui ho iniziato il percorso progressivo OG, notavo, col passare dei mesi, un netto miglioramento dell’equilibrio, della postura, della sintomatologia, della mia energia e tutto questo era per me uno stimolo enorme che mi ha permesso di affrontare con entusiasmo anche i momenti di difficoltà, iniziali e non, del percorso.

I miei stessi familiari che prima mi vedevano un pochino “gobba”, spesso debole, stanca, con vari dolori e “chiusa in me stessa” si stupivano di vedermi migliorare giorno per giorno! Avevo capito di essere stata fortunata ad aver incontrato Maurizio Formia e la sua scoperta.

Sono passati alcuni anni e alcune persone a me care hanno intrapreso, sulla base della mia esperienza, il percorso di riequilibrio meccanico abituale. I miei sintomi sono praticamente spariti e mi sento davvero benissimo.

Sto finendo la laurea specialistica e nel frattempo lavoro, studio, faccio volontariato, faccio movimento, coltivo le mie passioni e l’energia e la grinta non mi mancano! So che tutti questi risultati e traguardi li devo a Maurizio, al percorso che ho intrapreso col suo aiuto e supporto e anche alla mia determinazione e voglia di vivere e star bene!

Durante questi anni ho incontrato persone coi miei stessi sintomi e ho sempre cercato di parlare della mia esperienza perché so che può davvero cambiare la vita! Spero che questa scoperta possa raggiungere più persone possibili.

Giulia B.”

PS. La testimonianza è del 2018. Oggi Giulia si è laureata e lavora vivendo una vita normale ma con la consapevolezza che la normalità è una ricchezza per chi, questa normalità, non ha mai potuto viverla. Maurizio Formia




  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mezzo milione di visitatori e milioni di pagine lette:
Visitors
32928
Iscriviti alla Newsletter

Ti aggiorniamo sui nuovi articoli-eventi e news

Iscriviti alla nostra Newsletter
per ricevere gli aggiornamenti!!