Testimonianza 41. Erasmo ( infermiere-Roma)



Eccomi qua, penso sia arrivato il momento di rilasciare anche la mia testimonianza: 46 anni romano d’adozione, identificato in luglio di quest’anno da Maurizio; disequilibrio fase 2-3.
Faccio un passo indietro per raccontare perche’ arrivo ad og e a Maurizio. Credo di essere nato in disequilibrio, con il senno di poi dopo aver letto il libro di maurizio e in precedenza il suo sito mi sono spiegato tante cose che per la medicina hanno solo una risposta.

Somatizzazzioni!

Fin da bambino che io mi ricordi ho sempre “litigato” con i denti pur avendone la massima cura.Il dentista e’ stato il mio compagno di viaggio prosciugando prima il portafoglio dei miei genitori,poi il mio. Insieme ai problemi odontoiatrici da sempre radicolalgie,frequenti cefalee e lombo sciatalgie pur in assenza di patologie. Risposta della medicina: sei contratto,somatizzi,scarichi tutto sulla colonna,tutte le tensioni secondo loro le scaricavo sulla colonna.

In giovane eta’ faccio sport(perche’ mi piace)Gioco a calcio,pallavolo,pallamano,nuoto e corro ma i disturbi ci sono,eccome ma l’eta’ si sa compensa bene ed io vado avanti per amore dello sport.Comincio a rallentare i ritmi intorno ai 24 anni anche perche inizio a lavorare. Faccio l’infermiere e quindi:turni pesanti,assisto le persone che hanno bisogno di essere alzate,lavate,sistemate nei loro bisogni e questa e’ la parte dove il fisico subisce maggiori sollecitazioni. Poi,la parte di concetto dove la concentrazione deve essere massima,terapia,esami strumentali dove le prescrizioni vanno fatte ad hoc ed altrettanto rispettate. Insomma anni di lavoro con notti in piedi o al massimo seduto su uno sgabbello usurano. Faccio qualche esame negli anni:rmn,rx,visite ortopediche ma mai mi faccio vedere per l’ansia che man mano aumenta ed io ne soffro poiche’ il mio livello di attenzione deve essere alto.

Iniziano le tachicardie parossistiche prima che si trasformano in tachiaritmie,extrasistoli a passo di danza:-)Ecocardio negativo,ecg negativo,visite cardiologiche negative per patologia.Mi danno un betabloccante ed un giorno BOOOM. Vado in terra mentre sono al lavoro di notte!Sincope! Provocandomi due ferite lacero contuse sul capo.Trasporto al ps.Tac-esami cardiologici negativi,tilt test negativo,la visita neuro la declino.Diagnosi:STRESSSSSSSS.Indovinate un po’.

Ansiolitici, che non prendo per via del lavoro e perche’ non ci credo. Esco dal ricovero firmo e me ne vado(ovviamente ringraziando),il giorno dopo torno al lavoro.Non mi assento mai e finche’ non mi sparano vado,mi piace!

Perdura la solita tachicardia,dolori alla schiena,difficoltà coordinare i movimenti.

Vertigini di modica entità,acufeni(che mi fanno compagnia da oltre dieci anni. Ma insomma sono alternati a periodi di relativo benessere e quindi vado avanti senza farmaci e senza medici,con difficolta’ ma vado.

Nel frattempo altri lavori odontoiatrici e non vado nello specifico.

Comincio a star peggio e parlo di circa 2 anni fa’,dico spesso che c’e’ qualcosa che non va nella mia bocca,sento che questi ultimi lavori mi fanno star peggio,ho difficolta’ al lavoro,le mie giornate durano mezza giornata e poi mi sento cotto!

Anche il dentista inizia la tarantella dell’ansia: non vedi come sei teso? Rilassati!

Finiti i lavori,pago pago pago,non finisce piu’.

Reazione a catena,preoccupazioni economiche,mi privo di tutto o quasi per pagare,ansia alle stelle,pessimismo altrettanto,smetto di andare anche in palestra,smetto di frequentare gli amici e chiudo a chiave la vita!

Vado solo al lavoro dove maschero bene,rendo bene poi torno a casa e la mia giornata e’ finita.Internet mi permette qualche svago.

Cerco delle risposte al mio problema alla “bocca”.Arrivo per caso sul sito OG!Rimango colpito,lo studio per giorni,mi faccio identificare in luglio.A settembre ricevo il Supporto OG.

Qualche ora dopo sento il mio polso ad intervalli,e non mi sembra vero.Il ritmo rallenta,l’ansia diminuisce.Sento la testa piu’ leggera.Mi sento piu’ lucido.La nebbia si dissolve.Lo scrivo a Maurizio ma ovvio per lui non e’ una novita’,per me si.Lo ringrazio.
Dopo qualche giorno sento la schiena piu’ rilassata e meno dolente.Il pugnale in zona lombare lo sento meno,le spine irritative a livello delle anche sono meno opprimenti,le ginocchia mi fanno meno male.Per intenderci lo zaino pieno di sassi che portavo in spalle sembra piu leggero.
Ora sono alla terza registrazione posturale.

Al lavoro e quando cammino mi fanno un po male le gambe,per capirci,lavora la muscolatura e la colonna subisce meno carico.

Non faccio fatica a star dritto e quando assumo una posizione sbagliata il Supporto OG mi ricorda che non va bene!

Mi sento meno nervoso,l’ansia e’ diminuita,cefalee imperiose non ne ho piu’ , ne ho avute dal 4 settembre inizio meccanismo solo un paio di episodi di modica entita’ ma non come prima,il viso nella parte destra tesa e’ piu rilassato e l’occhio dex e’ piu aperto niente piu’ disturbi visi che avevo come gli scotomi scintillanti e gli annebbiamenti temporanei,sparisce definitivamente anche un calazio dell’occhio destro che mi tormentava ad intervalli regolari e che era quasi certamente deputato a rimozione chirurgica.

Migliorato il dolore dell’articolazione scapolo-omerale dex che mi impediva anche di allacciare la cintura di sicurezza dell’auto.

Il futuro e’ meno brutto di come lo vedevo prima.

Gia’ cosi mi va bene.

Le gengiviti frequentissime di prima sono migliorate,il senso di confusione altrettanto migliorato.

La concentrazione e’ buona,(ho fatto due corsi ECM online in 8 ore)prima era davvero complicato concentrarmi e ci avrei impiegato almeno 2 settimane.I miei livelli di attenzione ora hanno tempi piu’ lunghi.

Il mio bacino comincia ad essere piu’ dritto,la marcia piu’ coordinata rispetto a prima:per intenderci,le gambe fanno quello che dico io mentre prima andavano un po per fatti loro.

Gli acufeni sono ancora li ma migliorando gli altri sintomi mi innervosiscono di meno.

Quando sono nel traffico romano,sopporto di piu’lo stress mentre prima se sentivo 3 colpi di clacson insieme andavo praticamente in tilt…non so se fossero crisi di panico ma ci andavano molto vicino!

Non voglio andare oltre rischiando di annoiarvi e vi rimando agli aggiornamenti.

Insomma anche nelle giornate No,mi pongo con ottimismo pensando che l’alternativa a lungo termine sarebbe stata l’invalidita’.

E poi sopporto bene e non mi interessa quanto tempo impieghero’ per tornare in equilibrio meccanico,mi sento fortunato ad essermi imbattuto nel sito di Maurizio.
Ci tengo non solo per dovere ma per puro piacere a ringraziare Maurizio,che oltre a migliorare la qualita’ della vita di persone che avevano un futuro da invalidi,almeno a me ha aperto un mondo.

Il suo libro(riduttivo definirlo tale) e’ clamoroso e da operatore sanitario penso che se le istituzioni fossero oneste cambierebbe radicalmente la medicina e molti trattati andrebbero riscritti,e qui dico senza esagerare; scoperta epocale.

Io che sono sottoposto all’aggiornamento continuo in medicina(ecm)dal suo libro ho imparato piu’ di quello che mi e’ stato “somministrato” in 22 anni di professione.

Ho iniziato a vedere il mio lavoro in un’ottica completamente diversa.

MIGLIORE!

E’ vero: chi e’ in trattamento con il meccanismo OG e’ un po speciale, non ci sono dubbi. Scusatemi se nello scrivere ho fatto un po’ di confusione ma ho scritto di istinto:-)
Ringraziandovi ancora….Baci baci!


Testimonianza 42. Sonia (Roma)

Eccomi che posto anch’io la mia Testimonianza

Ho iniziato il Trattamento OG poco più di un anno fa, ad Agosto 2011, disequilibrio in Fase 4, ma con non molto problema di profilo.

Alcuni problemi li ho riscontrati già nell’infanzia. Ricordo che sin da molto piccola ho sofferto di strani dolori alle gambe, localizzati agli stinchi ed alle ginocchia. Comparivano se camminavo scalza, soprattutto di notte, e con l’umidità. Si parlava sempre di reumatismi, ma gli accertamenti fatti risultarono negativi. A 7/8 anni curai delle carie con delle otturazioni. Intorno agli 11 iniziai a soffrire di acne, e lo slancio accrescitivo subì il suo arresto. Per quanto riguarda il carattere mi pare di ravvisare una duplice tendenza, per alcuni versi, quieta, composta e riflessiva, per altri invece allegra e vivace. Nell’adolescenza, dai 16 ai 18 anni ho sofferto di anoressia. Dai 18 in poi i problemi di tipo ormonale e tutti i disturbi legati al ciclo s’intensificarono.
Il vero declino iniziò tra i 22/23 anni, quando all’ospedale mi furono estratti gli ottavi inferiori, due estrazioni faticosissime. Da quel momento in poi un vero e proprio scatenamento di sintomi psichici e cognitivi, l’ansia immotivata crebbe a dismisura, le facoltà mentali divennero man mano sempre più rallentate, problemi di memoria e difficoltà di concentrazione, sempre più irascibile, insofferente, non sopportavo più la confusione, i luoghi affollati e/o particolarmente illuminati. Nel 2004 subito dopo un lutto esplodono depressione e senso di sfinimento. In seguito nel 2006 dopo un incidente stradale a questi si sommano ulteriori sintomi: la notte non riuscivo praticamente più a dormire, e quel poco che riuscivo non era mai riposante, anzi il più delle volte al risveglio mi sentivo come uno che è stato preso a calci, a questo si sono pian piano associati, pesantezza e debolezza agli arti inferiori, stanchezza cronica, scricchioli e dolori al rachide cervicale ed alla colonna in toto, aumento dei problemi alla vista, con comparsa di flash e miodesopsie, con la lettura e lo stare al computer mi si scatenavano forti sintomi, che potevano costringermi a sdraiarmi anche per ore nell’attesa che cessassero: mi prendeva uno strano torpore, senso di nausea, come una sorta di mal d’auto con più i sintomi della febbre, aumento del battito cardiaco e modifica del ritmo della respirazione.
Nei mesi che precedettero la scoperta del sito OG mi sentivo alla frutta, sempre disorientata, allarmata e confusa, non mi reggevo più in piedi, anche alimentarmi era diventata sempre più una fatica, mi si scatenavano sintomi simili a quelli che arrivavano con la lettura. Avevo dato già fondo a tutte le energie, e sentivo che acceso m’era rimasto solo un lumino, e ho cercato di usarlo tutto per trovare la causa, ho anche pregato tanto, e poi…trovato il Sito, qui non le trovo bene le parole per descrivere cosa ho provato, ma mi è stato chiaro subito che non l’avrei mai dimenticato..

Passando all’evoluzione, a poco più di un anno dall’inizio del Trattamento OG sto così:

– Niente più dolori e rigidità al collo ed alle spalle, e sparite le tensioni al volto ed ai muscoli oculari. A proposito del collo, una stupidaggine, ma solo ora che mi capita di farlo, e dopo averne letto qui nel sito, ricordo che prima di iniziare il Trattamento OG non giravo più la testa a destra, per voltarmi ruotavo un poco il busto e usavo la coda dell’occhio.

– La qualità del sonno è decisamente migliorata, mi sveglio più riposata, senza più dolori lancinanti alla schiena e tutta contratta.

– I mal di testa, rari! (e se sotto stress non mi ricordo di non serrare come un bisonte sul Supporto OG) Prima la normalità era diventata: una confezione di antidolorifico, un mese. Idem per il mal di gola, che erano all’ordine del giorno mentre adesso son lievi e si presentano sporadicamente, e soprattutto senza più rigonfiamento dei linfonodi.

– Niente più male all’orecchio dx, a tratti soffro ancora di iperacusia, e mi pare di percepire rumori ‘bassi’ che gli altri non notano, ma non mi capita più di provare senso d’ovattamento.

– Migliorati i disturbi visivi, i flash sono spariti ed è meno intenso il fenomeno delle miodesopsie. Anche se ancora non riesco a leggere a lungo, ed in particolar modo ‘su carta’, non è più come prima, che approccio due righe e si scatenano sintomi così assurdi e persistenti!

– Molto migliorata anche la stanchezza cronica, uno dei miei sintomi dominanti, seppure nel corso della giornata ho ancora bisogno di momenti di riposo, negli ultimi mesi i tempi di recupero si sono ridotti notevolmente. E’ fantastico per me perché significa riuscire a fare molte più cose, mi fa stare meglio con me stessa, prima ogni giorno di cose ne facevo a migliaia, ma solo con la mente! Ho riacquistato forza e resistenza, a partire dalle gambe, che non sono quasi mai pesanti, sto in piedi che è una bellezza, cammino con facilità per lunghi tratti, mentre prima di iniziare bastava una rampa di scale perché mi venisse l’affanno, due, e quasi arrivavo in iperventilazione.

– Anche per quanto riguarda la digestione sono molto contenta, un tipo di problema che mi sono portata dietro sin dall’adolescenza. Anche se è ancora un po’ lenta, ed il colon un po’ irritabile, niente a che vedere con lo stato comatoso in cui sprofondavo dopo ogni pasto. Ho pure ripreso a bere il latte, io! che per anni vi ho praticamente rinunciato, temendolo come il vampiro con l’aglio!

Negli anni precedenti ero solo riuscita qua e la a contenere alcuni sintomi e solo per certi periodi, sentendomi sempre ripetere da medici e psicologi che per i problemi che presentavo, l’unico riscontro a molti dei sintomi che manifestavo era che somatizzavo.

Alla faccia della somatizzazione!!!!

A chi è ancora timoroso, ha dubbi, o si sente scoraggiato, dico che la strada è quella giusta, e di non esitare a cogliere l’immensa occasione di riconquistarsi veramente IL BENESSERE!

Il Grazie più grande va prima di tutto e più di tutto e per sempre a Maurizio, per me è già un grande Onore ed un’immensa Gioia sapere che una Persona Così esiste.


Testimonianza 43. Massimo (Trieste)

Ciao a tutti!
Mi chiamo Massimo e sono di Trieste.
Maurizio dice sempre che da lui arrivano i casi disperati che hanno provato già tutto … Ma io penso che non arrivino solo quelli
“Meglio prevenire che curare” dice il motto e sarebbe bello diffondere questo pensiero.

I miei fastidi sono iniziati nel 96 con dei dolori lombari ai quali non sapevo attribuire la motivazione.
Ho fatto subito controlli di vario genere con pedane stabilometriche etc etc ma tutti mi dicevano che era tutto ok.
Ed io stavo malino … Non dico male perchè comunque ho fatto sempre tutto anche se con dolori alla schiena ed una notevole tensione delle spalle e del collo.
Ho fatto un bite da un gnatologo consigliatomi da un’amica che mi ha aiutato molto ma non ha risolto la situazione.
Lui però aveva fatto il bite in articolatore tirando linee tra i frenuli e altre storie.
Poi ho scoperto per caso il sito di Maurizio e leggendo tutto e comprando il libro ho finalmente collegato l’inizio dei dolori
alla rimozione dei denti del giudizio …

Purtroppo (o per fortuna) , essendo poco sintomatico e pigro, ho aspettato un anno buono per andare da Maurizio Formia …
Cmq adesso ho il Supporto OG da 1 mese e ho fatto la registrazione posturale 2 gg fa …
I cambiamenti sono tanti ed impressionanti e ve ne scrivo qualcuno:

– i miei trapezi (sopra le spalle) sono diventati morbidi mentre prima erano sempre duri
– sono spariti o quasi i mal di testa al risveglio nei we (quando dormo qualche ora in più) che mi costringevano a prendere quasi ogni domenica un moment …
– il mio istruttore di nuoto mi ha sempre detto che spingo diversamente con il lato destro e sinistro del corpo …
Il primo giorno che sono andato a nuoto con il Supporto OG gli ho chiesto di darmi un occhiata senza aggiungere altro …
Alla fine della lezione mi ha detto testualmente:” eri molto più simmetrico nella spinta ma ti sei stancato molto prima del solito”
– sono abbastanza convinto di aver cambiato “odore” nel senso che il mio sudore è meno acre … non so se sia obbiettivamente vero ma questa è
una cosa che ho notato perchè un giorno ho lasciato il Supporto OG a casa e la sera quando sono arrivato a casa avevo un odore diverso dal solito.
– tante volte la mattina quando mi alzavo dal letto avevo qualche secondo di “confusione” nel senso che i primi 2-3 passi ero come ubriaco per poi stabilizzarmi subito,
da quando uso il Supporto OG non è più capitato.
– sono riuscito a camminare 3 ore in città ad andatura vetrine (regali di natale …) senza rientrare a casa col mal di schiena ma solo con un leggero dolorino.

Discutendo proprio con Maurizio sul suo meccanismo mi sembra quasi impossibile che una cosa così concettualmente semplice possa avere dei simili riscontri nel benessere di una persona.
Invito tutti quelli che fossero in dubbio a iniziare o meno questo percorso riabilitativo a farlo prima possibile!
Io sono stato stupido ad aspettare tanto, se non altro perchè avendo già avuto miglioramenti con un bite inventato, ero praticamente certo del risultato di OG.

La gita premio da Maurizio Formia l’ho fatta in compagnia di un amico che si è fatto pure lui il Supporto OG.
La cosa divertente è che abbiamo cominciato assieme e abbiamo entrambi disequilibri simili quindi ci aiutiamo con le registrazioni posturali a vicenda e siamo come le vecchiette che si raccontano ogni giorno sintomi ed acciacchi!
AHAHAHAH è troppo divertente!

Va beh penso di aver finito

Aggiornamento 25-06-2012:

Dopo 6 mesi ritorno a scrivere.
Ammetto di aver seguito poco le novità …
Ma è colpa di Maurizio Formia!
E’ solo colpa sua!
TUTTA colpa sua!

Adesso vado in bici per km e km senza dolori,
non ho più mal di testa (salvo rari ed isolati casi)
mi è passata l’acidità di stomaco,
sono effettivamente più forte!

La mia testa ed il mio bacino stanno ruotando, lo vedo da come metto i piedi sui pedali
e da come mi vedo la mattina allo specchio …
Adesso vedo tutte e 2 le orecchie … 6 mesi fa ne vedevo solo una!

Ci sono stati momenti alti e momenti bassi fin’ora.
Qualche crollo mi è capitato specie dopo aver abusato delle forze ritrovate e sono stato
parecchio male ma … in effetti … me la sono cercata!

I miei amici notano la differenza, alcuni hanno già preso contatti per fare il Supporto OG …

Maurizio GRAZIE!

p.s. a giorni registrazione posturale

Aggiornamento 19 ottobre 2012:

Passano altri 3 mesi e ritorno qua a scrivere …
Non ci sono stati cambiamenti sostanziali dall’ultima volta salvo la senzazione di crampo imminente sulla gamba destra che mi capita spesso. Ma ho visto in questi mesi che questi sintomi vanno e vengono: prima l’acidità, poi una specie di torcicollo, poi un ginocchio dolorante … ed ora questa sensazione di crampi … TUTTO NORMALE

La rotazione del bacino continua lenta ma inesorabile, i tempi tra le modifiche si stanno dilatando per colpa degli impegni sul lavoro che mi sfiniscono ( e poi non c’ho la forza di dargli di trapano e resina) e per il fatto che sento sempre meno l’esigenza di fare le registrazioni posturali … magari è sintomo che mi sto avvicinando al risutato?

Vado avanti in compagnia dei miei amici: Maurizio G. e da un mesetto scarso anche SIlvano, un altro mio amico che si sta raddrizzando solo che ogni volta che ci vediamo per le registrazioni posturali finisce a birrette …

Ciao gente!


Testimonianza 44. Danila (medico-Torino)

Ciao a tutti, mi chiamo Danila e ho 50 anni quindi mediamente più vecchia di tutti.
La mia é una testimonianza per così dire ” leggera” nel senso che non mi sono mai trovata in condizioni così gravi come quelle descritte da molti di voi e che mi hanno molto impressionata…. Però anch ‘io ho avuto le mie disavventure seppure molto diluite nel tempo.
A ben cercare i primi sintomi li ho avuti intorno ai 20 anni con delle sensazioni di sbandamento quando ero alla scrivania a studiare: visita dal medico curante ( molto reputato ) e addirittura ipotesi di sclerosi multipla confermata da un’ altra aquila di Neurologo solo in base all ‘ osservazione della papilla ottica ( la neurite ottica spesso é realmente il primo reperto evidenziabile nella SM ) ….. Peccato che fossi miope e anche strabica e per questo già valutata da un certo numero di oculisti che mai avevano posto il minimo dubbio in merito…. Comunque mi propinano la mia bella dose di cortisonici e tanti saluti.
Successivamente ripetute lussazioni di entrambe le caviglie
Passano circa 20 anni nei quali mi laureo, lavoro tanto, viaggio ecc ecc
Circa 10 anni fa compare l’ ansia acuta , il panico , così ,all ‘ improvviso ….accompagnato da nausea , vertigini non rotatorie ma tipo ” mal di mare ” o sbandamenti, una rigiditá muscolare diffusa e forti dolori nucali….. Consulenza neurologica … Negativa , ma facciamo comunque la RM encefalica non si sa mai mi dicono: e li per mia somma sfortuna saltano fuori delle immagini non chiare che nessuno si sbilanciava a diagnosticare ma per essere generosi prendiamola per una demielinizzazione e quindi facciamo anche i potenziali evocati ( esame molto lungo che si esegue con elettrodi ad ago infissi nella cute del capo) che per fortuna risultano negativi. Inutile descrivere lo stato di terrore in cui sono vissuta in quel periodo : mi era penosissimo fare qualunque cosa ma soprattutto il mio lavoro che consiste nell’ interagire con il prossimo.
Purtroppo devo dire che i miei colleghi radiologi e neurologi con cui ho avuto a che fare in quel periodo non hanno brillato né per acume né per umanità …. A posteriori posso dire che qualcosa me l hanno insegnato : come non ci si deve comportare con i pazienti!
La diagnosi finale comunque é stata DAP e ho cominciato farmaci e psicoterapia con una psicologa encomiabile per professionalità e capacità poiché comunque un problema di quel tipo esisteva veramente. Negli anni successivi però i sintomi quali tensione muscolare dei mm nucali , dei trapezi e dei muscoli paravertebrali, dolori lancinanti alla base del collo e alla nuca , ultimamente anche estesi alle braccia, sensazioni di sbandamento accompagnate come da una sensazione di corrente che percorre il corpo, nausea improvvisa e poi ansia e paura si sono sempre ripresentati a fasi alterne…..anche nel mio caso assoluta incredulità o, alla meglio,indifferenza , da parte di famigliari ed amici. Ho fatto numerosissime sedute di osteopatia che davano spesso sollievo immediato. Ma il fatto importante é che tutti questi operatori si sono sempre fermati alla convinzione che i miei sintomi scaturissero dalla cattiva postura lavorativa e da una mia predisposizione a stressarmi più degli altri: mai nessuno ha preso in considerazione la mia mandibola! Qualche anno fa mi sono rivolta anche ad un direttore di centro cefalee che mi ha accuratamente visitata, ha riscontrato l ‘ipertrofia dei masseteri, la riduzione di apertura spontanea della bocca, il dolore evocato alla palpazione delle ATM ….ma non ha trovato nulla di anormale nella posizione della mandibola e quindi …esercizi costanti per il collo ( c é anche un sito apposito) che ovviamente si sono dimostrati dei palliativi. In precedenza mi erano state anche prescritte delle manipolazioni vertebrali che non solo non hanno dato esito ma mi hanno scatenato la cefalea frontale che fino a quel momento non avevo mai avuto: ovviamente quest chiropratici imputavano alla mia eccessiva tensione muscolare l ‘ insuccesso delle loro manovre. Lo stato emotivo in cui mi trascinavo era veramente penoso: paura continua di tutto da un lato , e intenso lavoro interiore per “convincermi” a rilassarmi poiché davo per scontato che lo stato di tensione fosse interamente creato da me stessa come mi veniva continuamente ripetuto! In tutto questo bisogna metterci anche il fatto che io appaio come una persona forte e decisa e quindi eventuali miei cedimenti sono sempre stati ” sgraditi ” ; inoltre faccio il medico quindi sono io che devo sostenere gli altri e non viceversa !
Nella scorsa estate i dolori cervicali si sono fatti sempre più intensi e quasi tutti i giorni mi sentivo la testa schiacciata in una morsa, addirittura i miei adorati bagni in mare erano un supplizio perché l acqua fredda scatenava ulteriori contratture….così ho smesso di farli .
Come molti altri anch ‘io ho scoperto il sito OG cercando informazioni sul web e mi ci sono soffermata subito (io sono specializzata in una branca internistica e non ho preparazione né ortopedica né odontostomatologica) perché dapprima incuriosita dalla tesi che veniva esposta e poi convinta dalla descrizione della mia sintomatologia che ritrovavo unificata per la prima volta: così sono partita lancia in resta!!
Mi é stato identificato un disequilibrio associato ad uno antero-posteriore da mancanza di sostegno in fase 3
Ad oggi é un mese scarso che porto il Supporto OG ma ho già voluto scrivere la mia testimonianza perché ho capito che c”é interesse per l’andamento delle fasi precoci del processo di riequilibrio e mi pare giusto poiché le sensazioni di partenza possono essere strane e porre ulteriori dubbi.
Quindi veniamo al sodo !!!!
Dopo circa 1 ora ( mi sembrava di avere un canotto in bocca!!) ho sentito i muscoli nucali cedere e le spalle abbassarsi …..stupefacente, non ricordavo più cosa volesse dire.
Da subito e fino ad oggi più niente coltelli infilati nella nuca e nel collo e buona sopportazione di ore alla scrivania. Enorme sollievo del lato sin del collo e della spalla ( che ormai erano costantemente doloranti )

Molti si accorgono del cambio di postura senza sapere niente del Supporto OG.
Benessere anche senza Supporto per circa 1 ora ( quando non riesco a lavarmi subito i denti dopo mangiato perché sono fuori casa)

Comparsa di dolori transitori, anche intensi ai muscoli facciali, tensione in zona mandibolare a volte sin dentro alle orecchie, alla muscolatura intercostale e diaframmatica : segno del riarrangiamento delle catene muscolari ( dolore a fin di bene!)
Stanchezza fisica più accentuata : ho sospeso la ginnastica posturale come peraltro consigliato per giusti motivi.
Periodiche sensazioni di sbandamento come se venissi tirata tutta da un lato o schiacciata per terra e a volte gambe di piombo… Credo dovute al sistema muscolare ” confuso” da questi nuovi input… Per me sono i sintomi più sgradevoli.

Per ora concludo dicendo che mi sembra veramente il meccanismo risolutivo, che però va riconosciuto e qui viene ovviamente l ‘elogio al sig. Formia, al suo acume, alla sua perseveranza e alla sua energia nel pubblicare il suo lavoro: nella gratitudine dei suoi ” bilanciati” troverà gratificazioni che pochi medici invece potranno avere nel corso della loro carriera!!


Testimonianza 45. Valentina (erborista-Bergamo)

Ciao a tutti! Che bello, è arrivato anche per me il momento-testimonianza. So già che sarò prolissa e incasinata nello scrivere…cercherò di non esserlo troppo.

Ho 31 anni e sto utilizzando il Trattamento OG da 5 mesi. I miei problemi sono incominciati 3 anni fa quando ho preso la malaugurata decisione di raddrizzarmi i denti con un apparecchio fisso. Non sapevo minimamente a cosa stavo per andare incontro…

Se mi guardo bene indietro in effetti qualche problemino già ce l’avevo anche prima: ansia, disturbi ormonali, mal di gola frequenti, stanchezza, schiena che non riusciva a star dritta, cose che si considerano normali… Mi ricordo però che per tutta la vita sono stata accompagnata da una sorta di sensazione di “soffocamento”. Sentivo che il mio punto debole era il collo e provavo un forte fastidio anche solo a toccarmelo, come se ci fosse qualcosa che non andava. La sensazione era talmente forte che facevo sogni ricorrenti in cui qualcuno mi aggrediva strangolandomi e io non potevo urlare perché non mi usciva la voce. In realtà non sono mai riuscita a gridare anche da sveglia…la voce mi scendeva alla minima fatica. Ero come bloccata.

E’ psicosomatico” mi dicevano. Io da bambina sono stata operata proprio al collo e quindi con chiunque ne parlassi la risposta era la stessa. E’ il trauma dell’operazione…è perché separo testa da corpo…bla bla bla… Vabbè…scusate se divago ma sono un po’ tanto incavolata.

Per il resto però non ho mai avuto un problema muscolare in vita mia…mai un dolore, mai rotta niente, mai mal di testa. Caratterialmente sono sempre stata molto positiva, allegra, ottimista. Facevo un sacco di cose, avevo tanti interessi, tante amicizie, questo per dire che di sicuro folle non ero.

Come dicevo, ho messo l’apparecchio fisso qualche anno fa. Inizio da subito ad accusare dei sintomi, che assolutamente però non avrei mai collegato a quello che stavo facendo. Stavo dando gli ultimi esami all’università e pensavo fosse lo stress per gli studi. Avverto una strana, fortissima tensione nervosa…mi mancavano due esami e non riuscivo quasi ad affrontarli (mai successo prima). Distruggo, letteralmente, due rapporti per me importantissimi tra cui quello con la mia migliore amica, quasi una sorella per tanti anni…non sopporto più niente e nessuno. Lascio un lavoro perché non riesco a reggere la tensione (io che ho sempre lavorato a contatto con la gente e in mezzo al casino di giorno e di notte nei locali). Mi laureo non so neanche io come. Inizio a soffrire di coliti, cistiti ricorrenti, mi sembra di averne sempre una… Ma, tutto sommato, son doloretti. Quello che per me ha rappresentato il problema più duro da affrontare e che mi è affiorato in quei giorni è stata l’ipocondria: il minimo sintomo e mi prendeva un terrore, una paura folle di avere qualcosa di grave. La mia vita era diventata un’osservazione continua del mio stato di salute. Ero ossessionata. Vivevo aspettando che il sintomo in questione passasse (e, sapete anche voi, che ne passa uno e ne inizia un altro), tutto girava intorno a questo.

Arrivo a giugno 2010. Rimuovo l’apparecchio e dopo un paio di giorni inizia il primo mal di testa della mia vita, che mi dura due mesi. Un chiodo fisso in mezzo agli occhi. E’ una cefalea muscolotensiva, solo che nessuno me lo dice. Giro tra pronto soccorsi e specialisti di ogni genere ma mi danno sempre e solo antinfiammatori. Io ovviamente penso di avere chissà cosa e sono completamente in preda al panico. Dico a tutti che mi è nato a seguito della rimozione dell’apparecchio fisso ma mi guardano come se fossi arrivata da un pianeta alieno. “Non hai sintomi di problemi al cervello” mi dicono…però non sanno a cosa è dovuto. Iniziano a prescrivermi visite psichiatriche. Dopo parecchi incompetenti (tra cui uno che mi ha fatto due flebo di fila perché secondo lui avevo infiammato l’osso della faccia) finisco da un bravissimo medico, che è poi stato il mio reumatologo, che mi spiega che il mio mal di testa è dovuto a una contrattura muscolare, mi prescrive un miorilassante e dopo 10 giorni mi passa.

Passano i mesi e a dicembre mi si contrae lo stomaco. Dolori forti e totale incapacità di mangiare. Stessa trafila, mi passa anche quello dopo un bel po’. Inizio però a chiedermi cosa mi stia succedendo… ne parlo con la mia dottoressa che mi dice che è lo stress. Al 100%.

E, alla fine, inizia anche per me l’incubo vero e proprio. Dal primo di marzo 2011 mi parte un mal di testa che non mi finisce più…da lì in poi una sequela continua di contratture muscolari. Inizialmente solo alla testa, in seguito in tutto il corpo. E non mi riprendo più…psicologicamente sono a terra, cerco di reagire ma poi non riesco più a condurre una vita normale e mi arrendo.

Una notte mi sveglio perché non riesco più a respirare, come se se avessi un tappo nel canale respiratorio. Quando sto per svenire mi riparte. Dopo una settimana mi succede la stessa cosa in un locale, una mia amica inizia a battermi la schiena perché pensa che mi sto soffocando con del cibo, ma non è così. Torno dalla dottoressa, spaventatissima, e mi sento dire che anche questo è psicologico (al 100%). Di fronte a un sintomo così forte e per me invalidante (avevo paura a guidare, a star da sola, a uscire, a stare nel casino) inizio la trafila psichiatrica. La psichiatra mi dice che ha tanti casi come il mio (poveretti…), che non mi devo preoccupare perché è tutto di natura psicologica (al 100%) e mi prescrive calmanti e antidepressivi. Son sincera, ho retto poco..gli antidepressivi li ho buttati via dopo un mese perché mi facevano stare pure peggio.

Ho dolori muscolari continui quindi nel frattempo giro tra fisioterapisti, osteopati, terapisti di vario genere. Mi accorgo che ho lo sternocleidomastoideo di sinistra teso come non mai. Guardo su internet e vedo che è collegato al muscolo della bocca. Bocca che, per altro, mi si apriva a metà, soprattutto a sinistra… avevo il muscolo che sembrava incastrato.

A quel punto torno ancora convinta sull’idea che tutto nasca dai denti e dal loro spostamento. Giro tra dentisti e ognuno mi dice una cosa diversa. Non so più di chi fidarmi e ho paura che mi peggiorino ulteriormente…infatti…Mi tolgono i denti del giudizio e mi limano 4 o 5 precontatti quasi di fila. Mamma mia…dopo due settimane il delirio. Ho un crollo che ancora oggi se ci penso ho i brividi…giorni a letto stesa, senza mangiare. Mi ricordo che avevo un respiro talmente poco profondo che mi sembrava di non respirare nemmeno…non sentivo più la forza nel corpo. Avevo una debolezza che era come se mi avessero risucchiato la forza vitale. E questa sensazione che la debolezza mi partisse dalla nuca… mi veniva sempre in mente l’immagine del foro dietro la testa di Matrix. A volte penso che noi la verità dentro ce la sentiamo.

Psicologicamente non capisco più nulla, mi sembra di essere finita in un mondo parallelo e di non essere neanche veramente nel mondo. Mi parlano, mi fanno grandi discorsi…ma io non capisco, per me tutto è una bolla di sofferenza e non riesco a comunicarlo e a farmi capire. Mia madre mi dice sempre che temeva che in quei giorni potessi fare un brutto gesto. Anche volendo… ma chi ce la faceva!

Parto con lo psicologo perché a quel punto non sono neanche più in grado di prendere una decisione da sola, per cui spinta da persone vicine a me, ci vado. Ovviamente la mia situazione non cambia, anzi son costretta a pensare e ripensare e a sfiancarmi anche in quello per trovare una possibile causa.

Mio padre mi porta a Messina per farmi cambiare un po’ aria e devo dire che lì l’affetto della mia famiglia mi ha aiutato molto. Son tornata pensando che per lo meno avrei lottato per capire cosa cavolo mi stesse succedendo e che le avrei provate tutte.

Torno dal reumatologo che mi diagnostica la fibromialgia. So che non vuol dir niente questo termine…ma almeno ora sapevo di non essere più la sola al mondo. Mi informo e per prima cosa cambio alimentazione e mi faccio rimuovere le amalgame. Sto meglio e recupero un po’ di forma, la mente è più concentrata, l’umore migliora…riesco anche qualche volta a uscire e ad andare a ballare e la cosa mi fa sperare di poter trovare una soluzione.

E la soluzione arriva… una sera sono nel blog di Valdo Vaccaro e, cercando “fibromialgia”, leggo di due i trattamento con il meccanismo OG (Jennifer e Tonio…non vi conosco ma vi ringrazierò per sempre) che scrivono di utilizzare il meccanismo OG per gli effetti della fibromialgia e di stare risolvendo. Volo nel sito e vedo subito che si parla di mandibole, denti, muscoli…oddio non ci credo. Ho alzato gli occhi al cielo e ho detto:“GRAZIE!”

Il giorno dopo contatto Maurizio Formia, mando le foto, mi identifica con un disequilibrio meccanico in fase 3 con problemi di profilo, prenoto e ho il mio Supporto OG, la cosa più preziosa che possiedo.

I primi due mesi (adesso mi viene quasi da sorridere a pensarci) sono stati tremendi!!! Alcuni sintomi come le contratture addominali si sono enfatizzate e avevo una stanchezza muscolare che la metà bastava…dolori dappertutto…mi sembrava che mi avesse tirato sotto un tir.

Poi ho iniziato gli alti e bassi. Notavo che quando stavo male, se mi mettevo allo specchio, vedevo il collo che mi crollava in avanti, la postura che mi cedeva. Alla fine poi in quei momenti ti devi mettere il cuore in pace e aspettare…non ci puoi far nulla. L’estate è passata andando sempre a migliorare, seppure con periodi di dolori. Il Supporto OG ti sposta e lo senti!

A un certo punto ho iniziato a sentire sensazioni di benessere. E chi se le ricordava più… Momenti di rilassamento, di calore, attimi in cui il corpo probabilmente ritornava se stesso. Ho ripreso a dormire la notte. E man mano che il fisico migliorava, anche la mente stava meglio. Ora non scatto più come prima agli stessi stimoli. Passo giorni interi in cui l’umore è ottimo anche senza che accada niente di particolare…faccio progetti futuri, di vita, lavorativi…sono ottimista e son tornata ad essere io a “tirare su gli altri”, come facevo una volta. La mia fobia delle malattie è diminuita. Adesso quando ho sintomi strani o noto qualcosa che non va, mi viene il pensiero ma non è più ossessivo come prima. Riesco a concentrarmi su altre cose e la paura della malattia non è più il perno centrale attorno a cui ruota la mia vita.

Sono un po’ incazzata, eh…quello si. Per le stesse cose per cui penso lo siamo tutti. Perché ho perso tre anni di vita, perché invece di essere curata sono stata mandata a risolvere “traumi”.

I miei sintomi sono notevolmente diminuiti. Ho ancora molta stanchezza e non è che mi metta a fare le maratone ma non ho più (o li ho in maniera leggera o saltuariamente): cefalea muscolotensiva, contratture a stomaco e intestino (non prendo neanche miorilassanti da mesi e prima andavo avanti con quelli), pressione al collo, lingua contratta (non sentivo neanche più il sapore salato), tachicardia, pulsazioni agli arti, cistiti, soffocamenti e panico, ansia perenne, depressione, fastidio generalizzato, inappetenza cronica, assenza di concentrazione, vertigini, mal di orecchie. Ho ancora difficoltà a stare tanto in piedi o a parlare molto e quindi nel lavoro faccio fatica. Ma rispetto a prima…un’altra vita.

Sono migliorata in tutto, anche se questa non vuole essere una testimonianza di un semplice miglioramento, ma di guarigione. Perché i miglioramenti sono enormi e sono “stabili”, i cambiamenti nel corpo sono visibili e quelli mentali li avverto io ma anche chi mi sta intorno. Quindi so che è solo questione di tempo e ne verrò fuori.

Mi sa che mi sono dilungata tantissimo…quando parto a scrivere mi perdo via…quindi concludo. :

Grazie Maurizio. E non solo perché ci stai davvero salvando la vita a tutti, ma anche perché mi sono data una risposta a domande che mi ponevo da sempre. Sto capendo cosa mi è successo e la risposta che ci hai dato è logica, reale e vera, sotto tutti gli aspetti. Ti porto anche i ringraziamenti della mia famiglia, stiamo tutti tirando un respiro di sollievo…

Visto che lavoro a contatto con la gente e nel campo della salute, ho avuto più volte l’opportunità di parlare di quello che mi è successo a persone con gli stessi problemi, sono felice di poterli indirizzare a te e a questa via per il Benessere (con la B maiuscola). Opportunità che a me al tempo avrebbe fatto comodo…ma va benissimo così. Sono felice e grata per tutto. Anzi, ringrazio Dio che mi ha fatto parecchio testona e a forza di sbatterla, la testa, alla fine la porta l’ho aperta.

Aggiornamento 19/09/2012

Già, abbiamo vissuto un po’ tutti lo stesso percorso. In ogni testimonianza ognuno ritrova qualcosa della sua storia e questo è molto importante…almeno per me lo è stato, all’inizio, per non sentirmi sola.

Son curiosa anche io di sapere come starò tra 5 mesi. Anche se già, per come sto ora…ci farei la firma! Aggiornerò coi miglioramenti ma già, dopo un mese dalla testimonianza, posso dire che sto riprendendo tutte le attività che avevo lasciato da parte. Sto riprendendo a uscire, sto cercando un lavoro full time, ho ricominciato corsi vari, un pochino di attività fisica leggera….per me fino a luglio tutto questo era impossibile.

E poi che bell’effetto sulla mente, l’umore, la voglia di vivere. Ci si riprende se stessi, non ci sono altre parole per dirlo.

Buon Trattamento OG a tutti!

Valentina 81

Testimonianza 46. Nicola 

Salve a tutti il mio nome è Nicola, ho 25 anni e ho iniziato il Trattamento OG circa tre mesi fa. Sono in disequilibrio meccanico in fase 3 con crollo a sinistra e da un problema molto importante di profilo.

Spero con questa testimonianza di poter dare anche io il mio piccolo contributo nel dissipare dubbi e incertezze di chi purtroppo soffre a causa di questo disequilibrio, che un po’ alla volta ti ruba tutto, sia dal punto di vista fisco che caratteriale. Sin da piccolino infatti ho avuto diversi problemi, che solo oggi posso con assoluta certezza ricondurre al disequilibrio (dolori all’anca, schiena disastrata il tutto condito da un carattere decisamente timido e introverso). Il primo grande dispiacere il disequilibrio me lo da nello sport. Ho praticato infatti sport sin da piccolo e anche a buon livello. A sedici anni venivo considerato un giovane di belle speranze per quanto riguarda il basket (potrà sembrare impossibile per uno che sarebbe crollato come me, ma all’epoca fisicamente non avevo grossi problemi…) S’interessarono a me più società di serie A, pronte ad offrirmi la possibilità di cimentarmi nel massimo campionato. Sembrava tutto volgere per il verso giusto e invece , crack! Mi salta un ginocchio e addio sogni di gloria. Il ginocchio guarda caso era il destro (lato teso del mio corpo), e così non potendomi operare poiché piccolo e in crescita, appendo le scarpe al chiodo. Mi faccio coraggio e mi dico che in fondo nella vita c’è di peggio ( e me ne sarei accorto… ). Passano gli anni e la mia postura si fa sempre peggiore. Inizio ad avere mille problemi fisici che puntualmente (ed erroneamente) riconduco al ginocchio malandato. A questo punto decido di operarmi. La riabilitazione è lunga e faticosa e in palestra vedendomi così insaccato a livello posturale mi consigliano di fare anche qualche peso per la parte superiore. Beh, sarà l’inizio della fine.

In poco tempo avrò problemi seri e invalidanti. La vista fu la prima cosa che mi colpì. Flash, mosche volanti, esoforie e campo visivo sempre più ridotto. Per me leggere o stare avanti al computer era diventato pressappoco impossibile. Per tanto devo anche abbandonare gli studi universitari che tra l’altro erano già diventati più difficoltosi a causa di una capacità di concentrazione e apprendimento sempre più ridotta dovuta ad un senso di confusione che da latente diventava sempre più importante. La stanchezza poi diventa sempre più forte, quasi insostenibile. Inizio ad avere dolori lancinanti alla schiena, al collo, alla faccia e alle braccia. Le emicranie poi erano un qualcosa di terribile. La notte dormivo malissimo e facevo incubi terribili.

Spesso avevo dolori fortissimi anche allo stomaco.

Il petto era notevolmente bloccato e respirare diventava sempre più complicato.

Avevo infatti la netta impressione di essere continuamente in affanno. Una mattina poi si tocca il culmine. Mi sveglio con la vista mossa (tipo terremoto) e in preda a strani tremori. I battiti cardiaci poi, che avevo sempre avuto bassi sin dai tempi in cui facevo sport, erano altissimi e durante tutto l’arco della giornata. Inevitabilmente arriva l’ansia e con lei le prime crisi di panico. Andai di corsa da un neurologo che dopo avermi fatto una risonanza all’encefalo (fortunatamente uscita perfetta) sentenziò che avevo un disturbo d’ansia con crisi di panico e depressione. Eccolo là… La cosa bella tra l’altro è che lui stesso dopo avermi ascoltato si meravigliò delle scarse motivazioni che avevo per avere tutti questi problemi psicologici. Ciò nonostante mi dette la sua bella curetta a base di ansiolitici e psicofarmaci dicendomi poi di rivolgermi ad uno psicoterapeuta.

Cercai in un primo momento di evitare di prenderli, ma purtroppo stavo veramente male e quindi dovetti cedere. Con il passare del tempo l’ansia chiaramente un po’ scemò eppure mi rimasero tutti i dolori e gli altri problemi annessi. In quel senso stavo sempre peggio. Non riuscivo neanche più a camminare come si deve (gli appoggi sui piedi erano diventati a dir poco da equilibrista, considerato che il piede destro poggiava a terra in maniera a dir poco improbabile…) Ormai ero un invalido a tutti gli effetti e passavo le mie giornate tra tanto letto e poche e fugaci uscite. In pochi mesi avevo perso tutto. Amici, sport, università, in poche parole tutto ciò che faceva parte del mio mondo. E la cosa bella è che i medici non mi credevano dicendomi che ero ipocondriaco e che non dovevo girare su internet poiché mi suggestionavo leggendo tutti i possibili problemi che potevo avere. Gli unici a credere in quello che dicevo erano i miei genitori, che poverini, pur credendomi non sapevano proprio come potermi aiutare. Perchè il brutto degli effetti del disequilibrio è proprio questo…I sintomi sono tanti e spesso talmente diversi e lontani tra loro che ti depistano e ti mandano magari da medici di diverso tipo senza mai trovare la giusta causa. E poi finiscono quindi per darti dell’ipocondriaco… Ma dal fondo si sa, si può solo risalire… Un giorno stanco di tutto questo ed esasperato dalla situazione fisica e psicologica in cui mi trovavo mi misi su internet a cercare un qualcosa che potesse essere anche lontanamente vicino a quello che avevo. La mia ricerca alla fine mi portò prima a DCCM (disturbo che nel mio caso non era assolutamente stato preso in considerazione…) per poi arrivare al sito di OG.

E lì vinsi la mia personale schedina al super enalotto!

Sul sito infatti vi erano Le Risposte.

Ricordo che leggevo e me la ridevo avanti al computer, consapevole di aver trovato finalmente la soluzione ai miei problemi. E proprio con le testimonianze capii che erano in molti ad avere i miei stessi sintomi, e che grazie al trattamento OG li avevano risolti. Mi sentii immediatamente meno solo… Ordinai quindi subito il libro ( che non esiterei a definire un vero e proprio trattato scientifico ) trovando anche li risposte a quesiti che mi ponevo da anni e che mi dettero ( se mai ce ne fosse stato bisogno ) ancora piu sicurezza nell’intraprendere questo percorso. Mandai quindi subito le foto per l’identificazione e in breve tempo via di corsa da Maurizio Formia dove nel giro di un giorno ebbi il mio Supporto OG, avendo per altro il piacere di conoscere e stringere la mano al mitico Maurizio, che con la calma e la sicurezza di chi ne ha viste tante mi disse di non preoccuparmi e che un pò alla volta si sarebbe sistemato tutto.

E come dargli torto… Nel giro di un mese e mezzo io sono letteralmente rinato.

Le prime risposte ricordo di averle avute subito. Mi sentivo decisamente più leggero e avevo la netta sensazione che la mia schiena si stesse letteralmente srotolando. Il collo aveva sostegno e mi sentii la testa come alleggerita. Con il passare dei giorni la situazione andava via via sempre migliorando. Mi sentivo sempre più diritto e come già detto leggero. Il mio ginocchio iniziava finalmente ad estendersi bene quando camminavo. La vista si è ristabilita completamente, i mal di testa sono scomparsi e insieme a questi quella sensazione di intontimento che mi accompagnava da tempo. Ma soprattutto l’ansia e il panico sono per me è un lontano ricordo ( dopo più di otto mesi di medicine ho sospeso completamente ) senza per altro risentirne minimamente. La mattina mi sveglio fresco e riposato e il sonno è finalmente di alto livello e ristoratore. Se potessi descrivere il tutto con un paragone direi che è come se mi avessero levato uno zaino dalle spalle pieno di sassi pesantissimi. Sono diventato decisamente più dritto (per lo stupore e l’incredulità di amici e soprattutto genitori,che dopo avermi visto ingobbito per anni hanno notato subito la cosa…).I miei piedi finalmente appoggiano in maniera decente a terra. Anche dal punto di vista caratteriale sento di essere migliorato molto. Mi sento molto più calmo e tranquillo, come dire in pieno controllo. Ora so che di strada da percorrene ce n’è ancora e che il trattamento non essendo propriamente una passeggiata è fatto di alti ma anche di bassi (ed in questo periodo con il cambio di stagione purtroppo ce ne sono diversi) ma posso assicurarvi che già in così poco tempo Maurizio Formia e il suo Supporto Ergonomico hanno fatto per me tantissimo, più di qualunque altro specialista da cui sono stato. Ora quello che mi sento veramente di dire a tutti quelli che leggono è che capisco i dubbi e le perplessità di chi soffre e passa momenti bui e difficili a causa di questo schifo. Fino a qualche mese fa passavo le mie giornate quasi completamente a letto e ciò che è ancora più triste è che di fronte a me non riuscivo ad immaginare a che futuro andassi incontro.
Mi sentivo vuoto e privo di aspettative. A dirla tutta al futuro neanche riuscivo a pensarci. Futuro che invece oggi guardo con fiducia e speranza. Tutto questo per dirvi di non esitare troppo, perché ad oggi posso dirvi che esitare è veramente inutile. Per fortuna oggi la soluzione c’è e si chiama Trattamento OG. L’ultimo pensiero ovviamente va allo staff di OG e in particolare a Maurizio, che dopo tutto quello con cui ho dovuto combattere è sempre qui, a nostro fianco. Molti non avrebbero avuto la forza e magari neanche la voglia di portare avanti questa lotta. E invece lui ha fatto della sua vita una missione al servizio di chi come me ha bisogno di aiuto. La sua intuizione è veramente un qualcosa di straordinario ma la sua caparbietà lo è forse di più. Un grazie di cuore a chi dopo mio padre e mia madre mi sta ridonando la vita. Un saluto a tutti con l’augurio e la certezza che presto staremo alla grande.

Testimonianza 47. Nicoletta (Alba-Piemonte)

……..eccomi qua….
con profondo e autentico desiderio, una ferma volonta’ di dire GRAZIE,GRAIE,GRAZIE….Maurizio!
Voglio iniziare cosi’ la mia testimonianza di utilizzatrice del Meccanismo OG, perche’ mai sarei arrivata a poterla scrivere se non avessi un giorno incontrato quest’Uomo meraviglioso e altruista che e’ riuscito a farmi ritrovare la gioia di vivere.

E’ da qualche mese che leggo sul blog le varie testimonianze  che
avete scritto e da esse ho preso forza e coraggio ad andare avanti nel trattamento.
Grazie a tutti voi!

Sono Nicoletta e nel 2006 ero una delle donne piu’ infelici del mio paese. Solo ora posso conoscere la causa di tutti il miei problemi fisici, che ebbero inizio ben prima della suddetta data.
Un giorno, quand’ero ragazzina mi diagnosticarono la scoliosi e iniziarono cicli di ginnastica posturale.
Il mio amore per lo sport mi accompagno’ per tanti anni, per cui crescevo forte e robusta ma, solo apparentemente.
Seguirono nell’adolescenza forti emicranie che limitavano la mia capacita’ di concentrazione nello studio costringendomi a fare esami su esami per capirne la causa. La diagnosi era sempre la stessa, per anni, “cervicobrachialgia”.
Nel tempo si aggiunsero ad affliggermi vertigini ed infiniti attacchi di “colpi della strega” che mi bloccavano per intere giornate.
Il ricorrere  a cure fisiatriche e osteopatiche non si contavano piu’!
Nei giorni in cui la salute me lo consentiva, praticavo sport.

Arriviamo agli anni piu’ felici della mia vita, matrimonio e nascita dei miei due adorati figli.
La prima gravidanza la portai a termine senza problemi, nel migliore dei modi.
La seconda, dopo quasi cinque mesi di immobilita’ a letto, qualcosa va storto e perdo il mio bambino.
Arriva la terza gravidanza, nove mesi allettata con continui ricoveri ospedalieri a causa di terribili labirintiti che mi costrinsero ferma per giorni con gli occhi bendati attaccata ad una flebo per permetterci di nutrirci.
Fortunatamente tutto passa e nasce il mio secondo splendido figlio.
Le cause furono da attribuirsi alla mia schiena. Due ernie del disco cervicali e due lombari( diagnosticate con RM, TAC).
Continuano i colpi della strega.
Riesco anche a rompermi il coccige semplicemente appoggiandomi ad un mancorrente.
Segue manovra per riposizionarlo…..per niente piacevole!
Continuo con forza di volonta’ a praticare i miei sports preferiti,sci, palestra, trading,ciclismo.
Si susseguono nel tempo periartriti alle spalle dx e sx, epicondiliti gomito dx e sx,rizoartrosi dx e sx da operare, alluce valgo da operare.

Arriviamo al 2006.
Mio marito contrae, in un pronto soccorso, l’epatite B ed io, in quanto coniuge, devo sottopormi a cinque vaccinazioni in un mese.
Faccio presente ai medici la mia allergia ai metalli e chiedo se ci siano controindicazioni ma trascurandola e rassicurandomi procedono con le vaccinazioni ( Engerix B contenente TIOMERSAL ,composto organico del mercurio).
Si scatena l’inferno in me ed ha inizio il mio calvario.
Da allora non avro’ piu’ un giorno di pace.
Crollo totale.
– attacchi fortissimi di asma ,contatto innumerevoli otorini, allergologi ( sindrome dello sbocco toracico bilaterale ma piu’ evidente a dx)
– raffreddori, laringiti, sinusiti  e bronchiti non mi lasciano mai
– dolori articolari prepotenti ( spalle, mani, polsi, gomiti)
– il mio collo e’ inchiodato, la mia schiena perennemente bloccata, la spalla dx come lussata, per un anno
– mi si gonfiano alternandosi mano dx, ginocchio dx piede dx( metatarsalgia dell’estensore dell’alluce da sovraccarico del piede dx)
– tendiniti, borsisti, insonnia che non mi lascera’ piu’ per sei anni, nevralgia post-herpetica ( ogni mese al cambio della luna violenti dolori ora al trigemino, ora alla gamba e braccio piuttosto che all’anca o al gluteo)
-vertigini  e quella sensazione terribile di avere la testa piena di “nebbia” e confusa
– calo della vista
– intestino irritabile(spesso associato a cambiamenti climatici)
– stati depressivi e ansietà’, attacchi di panico
-parestesie notturne alle mani e braccia che piano piano si estendono ai piedi per risalire alle ginocchia
– dolore a livello mascellare, dolori notturni alle orecchie con strani ronzii, acufeni
– alterazione della temperatura corporea, sensazione di freddo e caldo intenso in tutto il corpo
– alterazione dell’equilibrio
– nausea
Mamma mia……avrei voluto essere breve!
Ho cercato di schematizzare,ma come si fa….si parla di sofferenze di una vita!

Ad ogni tipo di dolore chiaramente sono seguite una serie infinita di visite da vari “luminari” di tutta Italia.
Ortopedici di Roma, specialisti in reumatologia del CTO di Torino, di Pisa, Milano Pavia. Urologi, endocrinologi, posturologi,  odontoiatri, cardiologi etc.
Ho fatto agopuntura, ginnastica posturale a Milano per sei mesi( vivo in Piemonte)
Nel 2010 mi sottopongo ad un intervento chirurgico di discectomia plurisegmentaria con tecnica dell’ozono cervico-lombare a Roma.
Perdo nove chili in brevissimo tempo ma sopravvivo ( il mio peso iniziale era di 53 kg. su 1.68 di altezza, potete immaginare cosa ero!)
Mi mettono i plantari per la famosa ” gamba piu’ corta ” ed iniziano a parlarmi di problemi alla mandibola . Inizio con il classico bite ma dura poco perche’ mi procurava dolori atroci.
Mi conquisto una posizione nella lunga schiera di “fibromialgici”(rifiuto tutti i vari medicinali prescrittimi perche’ sentivo di non essere sulla strada giusta)
Il 2011 e’ l’anno in cui, a seguito di innumerevoli esami effettuati sul DNA presso laboratori di Roma, Londra, Parigi,mi diagnosticano una intossicazione da mercurio, varie modificazioni generiche e una presunta MCS.
Piango per vari giorni.
Inizio la cura disintossicante che continuo tutt’ora a seguire.
Rimuovo amalgama dentaria seguendo il protocollo di rimozione protetta.

Nulla, non cambia nulla, la mia salute andava sempre peggiorando ed insieme ad essa il mio umore.
Mi vedevo quasi paralizzare .
Ponevo mille domande e pretendevo di conoscere le risposte ma nessuno, nessuno e’ stato mai capace di spiegarmi cosa stesse succedendo al mio corpo che non sentivo piu’ mio, non riconoscevo piu’.
Dopo,tanti anni di fatiche, di dolore, era piu’ di quanto potessi sopportare.
Non sapevo a cosa credere, non trovavo piu’ alcuno scopo nella vita, ero completamente confusa che non vedevo piu’ nulla di piacevole e di bello nella vita. Soffrivo ed insieme a me la mia famiglia, che non smettero’ mai di ringraziare per essermi stata tanto vicina.
Ringrazio mio marito, che ha saputo sopportarmi e supportarmi in quei terribili anni senza mai abbandonarmi, sperando sempre di ritrovare un giorno la ” sua Nicoletta”.
Ringrazio i miei figli, ai quali avevo negato la vita tranquilla e felice a cui avevano diritto.
Quando l’oscurità era piu’ nera e sembrava non ci fosse piu’ speranza…..ecco la svolta.
Accadde una cosa che non dimentichero’ mai.
La mia cara amica Tina (conosciuta in uno studio medico di Roma, anche lei con mille problemi simile ai miei e a molti altri) mi telefono’ parlandomi di un certo Maurizio Formia, spiegandomi dell’ identificazione e del meccanismo OG.
Mi precipitai su internet e lessi tutto di un fiato.
Il giorno dopo avevo gia’ la mia consulenza.
Maurizio mi disse che non sarebbe stato facile perché mi avevamo “pasticciata” in tanti ma non impossibile.
Da quell’istante in poi la mia vita e’ cambiata.
Pochi giorni ed ho avuto il mio Supporto Ergonomico OG, sono quasi sei mesi che vivo con “Lui”.
Tutto sembra piu’ semplice.
Come dice Maurizio, e’ vero che non si tratta di una passeggiata ma sai che stai lottando e soprattutto sai per cosa stai lottando ed e’ bellissimo provare un senso di benessere perche’ ti sei buttata nella lotta e ti senti vicina alla vittoria.
Da subito ho iniziato ad avere miglioramenti alla parte alta del corpo(cervicale, spalle gomiti polsi e mani), ora i dolori sono estremamente sopportabili.
Poi stallo.
La prima notte passata con “Lui” ho dormito benissimo, un sonno ristoratore, dopo,anni di insonnia. Ora mi godo ogni notte che passa!
Svanite le “vampate di calore” (52 anni problemi di menopausa), tornate ora purtroppo!
Svanita la nausea, riacquistata parte della vista
quasi scomparsi i ronzii alle orecchie
dolore al ginocchio dx, non c’e piu.
Vertigini e “nebbia” scomparsi ( ora riesco a mantenere la concentrazione per molto )
Attacchi di panico e ansia?’ ho nuovamente preso l’aereo; non sapevo piu’ che cosa volesse dire volare perché non riuscivo neanche piu’ ad avvicinarmi ad un aeroporto tanta era l’ansia che mi assaliva! Mi sono concessa un viaggio nella splendida e selvaggia Islanda ed ho percorso 2.800 km in fuoristrada!
Tremori? Nulla
La schiena? Un pochino meglio.
Certo so di non essere guarita, sono consapevole che il percorso e’ ancora molto lungo e ci sono i periodi bassi ma registrazione posturale dopo registrazione posturale so che raggiungero’ e ritrovero’ il mio benessere.

Finalmente sento le mie forze aumentare, la mattina mi alzo con gioia di sentirmi bene, con la gioia di poter disporre per un nuovo giorno, la gioia di vivere.
Voglio dare alla mia famiglia una madre forte e felice.
Fare progetti per la casa, per mio marito per tutto.
Non voglio piu’ sfuggire alla vita ma viverla.

Tutto cio’ non sarebbe mai potuto accadere se Maurizio non avesse deciso di mettere la sua formidabile scoperta a disposizione di noi tutti.
Penso sia quindi nostro assoluto dovere cercare di sostenerlo e aiutarlo in tutti i modi a portare avanti il suo compito e la sua battaglia che ora e’ anche la “nostra battaglia”!
Solo lui e’ riuscito ad indicarci la nuova strada da seguire per vivere una vita migliore.
“la vita e’ troppo breve per essere una cosa da nulla”.

Nicoletta

Testimonianza (breve) 48. Alessandro

Non ho mai avuto rilevanti problemi, ad ogni modo ho voluto provare il Trattamento OG dopo che un conoscente mi ha parlato del meccanismo OG e devo dire che i frequenti mal di testa e sensi di stordimento son decisamente migliorati oltre ad avere la sensazione di avere qualcosa che ti sorregge, quindi anche il senso di stanchezza che spesso avevo è decisamente migliorato.

Vado avanti e vedrò cosa mi riserverà il futuro, intanto ringrazio Maurizio Formia per la geniale intuizione.

Aggioramento

Dato che oggi è il primo giorno di primavera posso affermare con certezza che per tutto l’inverno non mi sono ammalato, dico nulla di nulla, nemmeno uno starnuto.

Penso che non mi sia mai capitato in vita mia, di solito una influenzetta almeno me la prendevo.

Alessandro

Testimonianza 49. Rita (Roma)

Mi chiamo Rita ho 50 anni
I miei disturbi:
Scoliosi lordosi e cifosi da sempre, già alle elementari facevo ginnastica correttiva
Problemi allo stomaco, blocchi della digestione, crampi, dolori,iperacidità,nausea e vomito ipersalivazione sudorazione eccessiva e senso di svenimento.
Emicranie lancinantiche non passano con nessun antinfiammatorio
Dolori muscolo tensive a tutto il lato sinistro della faccia orecchio compreso
Dolori al collo, alla spalla sinistra, indolenzimenti al braccio sinistro
Vertigini, acufeni
Sciatalgia alla gamba sinistra
Neuroma di Morton al piede destro
Ovviamente problemi ai denti sin dall’adolescenza, con vari interventi nel corso dei decenni.
Ho cercato di curare questi sintomi ognuno come se fosse una singola malattia, ovviamente senza risultati.
Il sintomo più invalidante per me è l’emicrania, mi costringe a letto al buio e in silenzio con una lama piantata nel cranio che mi attraversa il bulbo oculare e l’orecchio sino al collo, con nausea e vomito, in stato confusionale, cercando la posizione meno dolorosa e cercando di ingurgitare più antinfiammatori possibili nella speranza che passi o diventi almeno sopportabile.
Quando finalmente l’emicrania passa, mi lascia in uno stato di prostrazione totale come se mi fosse passato addosso un autotreno, e ci metto qualche giorno a riprendermi.
Due anni fa le vertigini non mi hanno abbandonato neanche un minuto per 3 mesi consecutivi, poi finalmente hanno cominciato a lasciarmi libera qualche giorno.
Nel corso di questo ultimo decennio mi sono imbottita di antinfiammatori di tutti i tipi, oramai non uscivo più di casa se non avevo con me le pasticche per le vertigini quelle per il mal di testa e quelle per lo stomaco.
Come dice il sommo Poeta “mi ritrovai in una selva oscura”
E poi finalmente una luce folgorante ha squarciato la mia selva oscura.

MAURIZIO FORMIA E IL SITO OG-OCCLUSIONEGRAVITA’

Sono solo 3 mesi che ho iniziato il Trattamento OG.
Gli acufeni sono spariti praticamente subito.
I dolori alla faccia e al collo in questo ultimo mese zero.
Alcune mattine ancora mi sveglio con le vertigini, ma non più come prima.
Con mia somma gioia il mal di testa, si sta attenuando, mi basta prendere un antinfiammatorio e in mezza giornata passa.
I problemi alla stomaco vanno e vengono.

Confesso che appena iniziato il Trattamento OG avevo ancora qualche piccolo dubbio, ma ora sono ASSOLUTAMENTE certa di aver intrapreso il giusto cammino.

So bene che la mia strada verso il benessere è ancora lunga, dopo decenni di disequilibrio e la mia non più giovane età, e che avrò alti e bassi come spesso Maurizio Formia ci ricorda, ma sapere di avere trovato il giusto percorso, sia pure irto di ostacoli, è già di per se una guarigione.
Guardandomi allo specchio ora riesco a vedere tutte le mie asimmetrie, le spalle ad altezze diverse, la cassa toracica deformata, il bacino ruotato, le clavicole in fuori, la gamba sinistra più corta, tutto il peso del corpo caricato a destra, e la colonna vertebrale piegata da tutte le parti.
Non so quanto tempo ci vorrà per raddrizzarmi ma niente e nessuno mi potrà distogliere da questo lavoro.

La mia non è cieca fede, ho studiato per mesi il suo sito e il suo libro e ho capito la meccanica o meglio ancora la biomeccanica su cui il suo meccanismo si fonda.

NON SARO’ MAI ABBASTANZA GRATA A MAURIZIO

Sono sicura che la sua scoperta cambierà molte cose, anche all’interno della medicina.
Spero il prima possibile, così almeno la smetterò di guardare tutti quelli che incontro cercando di capire che tipo di disequilibrio hanno.

Maurizio i 100 metri piani alle olimpiadi proprio no, ma magari i 100 metri stile libero un pensierino ce l’avrei fatto.

Ora basta, altrimenti sto papiro diventa infinito.

02/09/2012 Aggiornamento a circa un anno di Trattamento OG

A qualche mese, dall’inizio del Trattamento OG, riordinando un cassetto, ho ritrovato una mia vecchia fotografia, è una foto a cui sono particolarmente affezionata e per lunghi anni è stata in bella mostra di se nel mio salotto, tuttavia negli anni è stata retrocessa al cassetto soppiantata dalle foto di mia figlia.

Non so quante volte ho guardato questa foto, molte, sicuramente molte volte, ma non ho mai notato quello che vedo ora, c’è una bambina in piedi, non fa nulla, guarda solo davanti a se, dritto verso l’obbiettivo, il vestito che prima di me hanno portato le mie sorelle è oramai consunto, le scarpe anche quelle sicuramente di una delle mie sorelle, troppo grandi e ormai logore, dietro di me una parete bianca macchiata e scrostata, e sul muro un calendario, che recita 1966 , quindi ho 5 anni, solo 5 anni.

Ecco quello che io ho sempre visto in quella foto, ma in realtà c’e altro da vedere, eccome se c’e altro da vedere, è come essere appena tornati dall’oculista.

Ed ecco cosa vedo ora, con i nuovi occhiali, ho la testa inclinata a destra e ruotata a sinistra, la mia spalla destra è più alta della sinistra, è così tanto più alta che la mano sinistra sopravanza la destra della sua metà, le ginocchia ad altezze diverse e la punta dei piedi che convergono al centro, il mio profilo ovviamente non si vede, ma sicuramente avevo già il dorso curvo e posso immaginare la mia schiena ad “esse” infatti da li a pochi anni è iniziata la tortura della ginnastica correttiva, ovviamente nulla ha corretto.

Che sconforto e che cocente delusione ho provato in quel momento e con somma mestizia ho richiuso la fotografia nel cassetto avvilita e disillusa e per due giorni e per due notti il fantasma di quell’immagine ha aleggiato nella mia mente il pensiero che il mio disequilibrio persistesse da così tanti anni mi opprimeva e ho pensato: “ non c’è la farò mai e non c’è la farà mai nemmeno il Supporto OG di Maurizio, come posso recuperare 45 anni di storture, che pia illusione la mia”
Ma dopo due giorni e due notti è riemersa la mia testardaggine, caparbietà e l’ottimismo che comunque ha sempre caratterizzato la mia vita.
Rincuorata ho tirato fuori dal cassetto la fotografia, e ora fa bella mostra di se accanto a quelle di mia figlia e rimarrà lì a memento e monito dell’impegno che mi aspetta, e a testimonianza di come la mia vita è cambiata con il meccanismo DI MAURIZIO FORMIA.

Che occasione…….. e che sorpresa.

Si che sorpresa… dopo un anno la mia testa è tornata dritta le spalle quasi pari, il dorso curvo è migliorato in modo strabiliante, il piede sinistro pronato è tornato dritt, e la posizione interiorizzata del collo è quasi tornata normale.
Alcuni sintomi, acufeni e vertigini, erano scomparsi quasi subito e a distanza di un anno non sono più tornati, niente più cervicalgie, il mio stomaco ha ripreso a funzionare normalmente, non ho più dolori e blocchi della digestione, le emicranie e le nevralgie facciali molto molto migliorate, finalmente riesco a leggere senza piegare la testa, sono scomparsi anche quella pletora di sintomi minori, disturbi della parola, nella scrittura, disturbi visivi, che come al solito attribuivo allo stress, alla fatica, alla stanchezza.

Se mi dicessero che più di così non posso migliorare sarei la persona più felice, ora conduco una vita normale, nell’ultimo anno precedente il trattamento OG ero un cadavere ambulante che a malapena riusciva a trascinarsi al lavoro, imbottita di non so più quante pasticche, in stato confusionale ,tra emicrania vertigini acufeni cervicalgia nevralgie facciali, a volte tutti presenti contemporaneamente. Bastava una piccolo spiffero o un minimo sforzo per scatenare tutti i miei sintomi, gesti quotidiani banali come spogliarsi o vestirsi, alzarsi dal letto mi scatenavano crisi vertiginose, non avevo più un solo giorno “normale”. Solo la mia forza di volontà, mi ha permesso di continuare a uscire di casa.
Ma so bene che il mio lavoro non è ancora finito, ho ancora le cefalee, di minore intensità e frequenza, l’ultima emicrania violenta risale a Gennaio, ora le mie emicranie sono “normali” e molto diradate nel tempo. Ogni tanto ho ancora iperacidità e ipersalivazione, rare volte nevralgie facciali, soprattutto in coincidenza con i repentini cambi climatici, i dolori alla schiena ora sono in zona lombare, segno che i miei muscoli stanno lavorando per correggere la lordosi e raddrizzare il bacino antiverso e ruotato, e il mio cassetto delle medicine si è svuotato.
Voglio ritornare a fare le mie 60 vasche in piscina, e tra qualche mese ricomincerò a nuotare.

Vi sembra poco, vi sembra tanto ? A voi l’ardua sentenza.
Per quanto mi riguarda è tanto, tantissimo, un’impresa che io ( non certo Maurizio che conosce bene le potenzialità di OG ) giudicavo disperata è diventata realtà in poco tempo, si….. poco tempo, un disequilibrio di così lungo tempo come il mio recuperato in un anno, potrebbe sembrare un miracolo, e in effetti è la “meccanica miracolosa” di OG.
Forse sono stata fortunata………. forse ho una muscolatura particolarmente reattiva ed elastica, ma tant’è…….. questi sono i risultati ottenuti in un anno, nonostante i miei 51 anni, e senza grandi alti bassi, ma miglioramenti graduali e costanti.
Se poteste vedere le mie foto , tutte le mie parole diventerebbero automaticamente inutili e superflue.

E che occasione…….. si Maurizio…. che occasione mi hai dato, penso che non mi capiterà mai più nella vita di ricevere un dono così grande e finalmente è svanita l’immagine che avevo di me stessa, una foglia secca accartocciata su se stessa. Ti ho ringraziato decine di volte e ogni volta che lo faccio mi rendo conto che non basta e non so più cosa fare per dimostrarti la mia infinita gratitudine. Un grande uomo che a volte nasconde la sua timidezza e la sua profonda umanità dietro un’apparente durezza e che con grande generosità ha fatto dono a noi tutti della sua geniale scoperta.

Questa testimonianza è rivolta a quelli che passano per di qua casualmente alla disperata ricerca di una soluzione ai propri problemi di benessere e anche di salute, è dedicata agli scettici e ai diffidenti ai paurosi ed eterni indecisi. Le nostre storie di sofferenza si somigliano tutte, l’ho fatto quindi per aiutarvi a capire che le nostre testimonianze sono vere, non sono il frutto di una mente diabolica con una fervida immaginazione e tantomeno un geniale lavoro letterario alla Queneau che in “Gli esercizi di stile”ci racconta la stessa trama in 99 modi diversi. Siamo tutte persone diverse, vere ed in carne e ossa.

Se vi siete fermati a leggere è perchè pensate che le cose qui scritte possano esservi utili a qualcosa che possano contenere informazioni interessanti. Ma non siete certi……. avete tanti dubbi
E’ vero la mente umana è facile preda di illusioni cognitive ma anche facile preda del sintomo opposto, la cecità cognitiva ovvero l’ incapacità di notare una relazione tra cose che una relazione ce l’hanno.
Siete frastornati……. lo so, e avrete sicuramente pensato: “perchè nessun medico mi ha proposto qualcosa di simile”. In una società sana le funzioni necessarie sono spartite fra gli individui, ognuno con le proprie competenze, il panettiere fa il pane, il giornalista informa, il medico cura i malati.
Uno dei motivi per cui la società funziona è che le persone hanno fiducia che chiunque abbia una competenza per fare qualcosa, poi la faccia. Purtroppo quelli che hanno la delega a prendersi cura della nostra salute in realtà sono inadempienti e impreparati e la vostra e la nostra presenza qui ne è la prova.
Ecco perché nessun medico è in grado di fare quello che fa Maurizio Formia e il suo meccanismo, ed ecco perché solo con il meccanismo OG otterrete risultati che nessun’ altro trattamento è in grado di ottenere.

La mia vita e quella dei miei cari è stata costellata da incompetenza e da errori medici e non saprei dire se in malafede o meno, errori che mi sono costate menomazioni fisiche e sofferenze inaudite e che hanno provocato il mio disincanto e totale sfiducia verso la medicina, da qui nasce la mia necessità di fare una piccola dedica ai “medici” e ai “ricercatori” che passano per di qua nella speranza di cogliere in fallo Maurizio, e la cui arroganza è pari solo al loro scetticismo patologico.

Troppo facile e troppo semplice definirci creduloni, ingenui, imbecilli e magari anche un po scemi, quando le parole e i fatti hanno cominciano a turbare i vostri preconcetti e vi siete appigliati a tutto, anche a una virgola fuori posto pur di annichilire dalle nostre menti il valore di una tesi scomoda e il sospetto che in essa ci possa essere del vero.
Il vostro scetticismo patologico è “l’incultura istituzionalizzata”. Da una parte promuovete un tipo di ricerca che sostiene lo status quo e dall’altra osteggiate tutti i tentativi di ricerca fuori dagli schemi da voi imposti e protesi verso la strenua difesa dell’istituzione scientifica quale “padre-padrone” del sapere compiuto, come un “pensiero scientifico unico”ante litteram e con atteggiamento fideistico puro e preconcetto, negando aprioristicamente nuove idee.
Cari medici e ricercatori la negazione aprioristica di una data ipotesi non può rappresentare alcun tipo di posizione scientifica piuttosto si configura come la dimostrazione di quella particolare ignoranza endemicamente presente nelle fila di molti ricercatori di professione e come acquiescenza supina alle cosiddette “autorità scientifiche” e appare più essere una difesa della vostra posizione di potere, delle vostre carriere di medici e ricercatori e del vostro conto in banca.

Una categoria quella dei medici e ricercatori fortemente gerarchizzata dove si fa carriera solo per cooptazione e dove contraddire l’ortodossia equivale a essere un dannato, dove chi non si allinea ha la carriera stroncata e dove quotidianamente si cerca di confondere e spacciare in un unico opaco sistema di affarismo e conflitto d’interessi, singoli profitti privati e di lobbies, per bene comune e interesse pubblico.

Le vostre “associazioni di scettici patologici” intrise di ideologia ortodossa e dogmatica, quali gli Ordini dei Medici propongono veri e propri marchi di infamia nei confronti di coloro che non avrebbero i titoli e nessuna preparazione specifica, secondo voi, per operare ricerche di alcun tipo, le vostre “confutazioni scientifiche” preferite e usate come armi sono l’insulto, la calunnia, la minaccia e l’elargizione di patenti di ciarlatano a piene mani.

Tattica consigliata da Schopenhauer per ottenere ragione quando non la si ha. Sminuendo con qualche pretesto l’autorità di chi parla, si toglie credibilità alla sua tesi. E’ la solita vecchia storia di chi vede la pagliuzza nell’occhio altrui ignorando la trave che alberga nel proprio.

Già gli antichi greci avevano teorizzato la epochè ovvero la sospensione del giudizio tutte le volte che non risultino disponibili, sufficienti elementi per formulare il giudizio stesso.
Ecco, questo dovrebbe essere l’atteggiamento corretto e razionale da tenere di fronte a fatti che non si conoscono,lo facevano i Greci qualche migliaio di anni fa e non siete più capaci di farlo ora.

In sostanza la critica che rivolgo a voi medici è di adottare una serie di assunti che sono diventati i cardini del senso comune scientifico, convinzioni date per scontate, ribadite migliaia di volte tanto da non essere più discusse ma totalmente in contrasto con quanto ci dice il “buon senso”.
Cari “medici e “ricercatori” uscite dal medioevo, abbandonate i vostri preconcetti, i vostri dogmi, abbandonate la vostra visione fideistica, la fede si addice alla religione non alla ricerca. La scienza e la ricerca richiedono menti aperte e la scienza tutto può essere fuor che dogmatica, da sempre i progressi scientifici si ottengono superando e negando le scoperte precedenti, e il meccanismo di Maurizio Formia sta facendo solo questo, sta abbattendo uno dopo l’altro come dei birilli le vostre convinzioni e i vostri assunti oramai obsoleti, che voi lo vogliate o meno.
Certamente non si può essere utili alla scienza se si pratica il culto e l’adorazione del “Dio denaro”, il denaro è un mezzo necessario e in se non è ne un bene ne un male, ma ogni pratica che riduce le persone a non essere altro che puri strumenti di profitto è immorale e prima o poi come noi tutti ne dovrete rispondere almeno alla vostra coscienza.
Si può essere in mala fede oppure no, nel primo caso si è solo dei furboni, a dimostrazione che il vostro interesse non è certo la scienza e la salute dei vostri pazienti, e a voi va tutto il mio disprezzo, nel secondo caso si è solo dei poveretti e a costoro può andare solo la mia compassione.
Alle poche e nobili eccezioni che pur ci sono va tutta la mia stima e solidarietà.
Buon Trattamento OG e ritorno alla vita a tutti.

Ad maiora, Rita

P.S. Questo scritto rispecchia solo il mio pensiero e non quello degli amministratori del sito. Per lagnanze,rimbrotti, rimostranze e sentenze rivolgersi solo a me, grazie.

Testimonianza 50. Tatiana (Svizzera)

Buongiorno a tutti, mi presento: sono Tatiana, ho 38 anni e vivo in Svizzera, vicina alla frontiera. Il mio è stato un percorso un po’ particolare, infatti mi sembra di essere rimasta ferma in attesa di riequilibrarmi con le persone giuste al momento giusto.


Io stavo bene, mai avuto un mal di testa, emicranie, dolori alle cervicali, vertigini, etc…ma dopo un periodo particolarmente stressante, nel 2008 mi venne tolto un molare e da lì ho cominciato a stare male fisicamente.

Così iniziai il pellegrinaggio dai medici, che naturalmente, hanno sempre dato la colpa allo stress, ma io sapevo che tutto era iniziato da quell’estrazione, prima è vero ero sotto pressione ma non soffrivo di dolori o sintomi particolari.

Un anno più tardi ricevo il mio primo bite e più o meno nello stesso periodo trovo il vecchio sito di OG e contattai Maurizio. Ordinai il libro e, anche se devo ammettere ci ho messo un po’ a capire, sento da subito che questa è la strada giusta. Con il bite del dentista stavo unicamente peggiorando a livello di sintomatologia. Allora cercai di “comunicare” con l’odontoiatra che mi aveva in cura, quello che secondo me non funzionava nel suo approccio, volevo mi costruisse un supporto  come descritto nel libro… inutile dirvi come sia andata a finire.

A quel tempo non c’era la possibilità di farsi costruire direttamente il Supporto OG, bisognava cercare qualcuno che lo facesse, inoltre, ad un certo punto trovai il sito aperto solo in lettura e non riuscivo a comunicare con Maurizio (solo da poco sono venuta a conoscenza della sua situazione di salute in quel periodo).

Alla fine, cercando un professionista con l’approccio “alla meno peggio” mi sono ritrovata nel giro di 3 anni con ben 4 bites/placche diverse ed ho trascorso questo periodo a ripetere a questi professionisti che non vedevano/capivano il mio problema e cosa non funzionava nelle loro terapie….sono sicura di essere una paziente impossibile e c’è anche chi mi ha trattata non proprio gentilmente, ma il lato più triste è che cercavano di convincermi che stavo male perchè stavo guarendo, anche se i controlli e gli esami che regolarmente facevo mostravano il contrario.

Poi qualche mese fa’ per caso trovo il sito nuovo, vedo come sia tutto più facile ed organizzato ed eccomi qua a inizio trattamento OG, molto più consapevole e molto grata.

Aver letto il libro e forum già nel 2009 ha permesso di evitare che accettassi interventi inutili con tutti i rischi legati ad essi. Per questo ringrazio Maurizio dal profondo del cuore, aver trasmesso e resa pubblica la sua scoperta, personalmente, mi ha sicuramente risparmiata da ulteriori sofferenze ed eventuali complicanze.

Miglioramenti particolarmente significativi in un mese non ne ho sentiti, pero’ da controllo posturologico dei miglioramenti sulla mia colonna vertebrale/bacino ci sono. Ho dei giorni buoni, altri dove sto’ peggio, ma va bene così.

La sensazione più bella è che mi sono rilassata, che senso di libertà non dover più continuamente discutere e cercare di farsi capire da chi si dovrebbe prendere cura di te e guarirti. Mi sono state tolte delle catene.

A lato pratico, è vero, devo ancora migliorarmi…..GRAZIE per l’aiuto e la pazienza a Maurizio.

Cari saluti a tutti voi, Tatiana

AGGIORNAMENTO 19.09.2012

Ciao a tutti, da tempo avrei voluto aggiornare la mia testimonianza ed ora realizzo sono trascorsi 6 mesi e sinceramente non mi sono accorta che fossero trascorsi, come ormai non mi ricordo più bene come stessi ad inizio trattamento OG o prima.

Ricordo di aver sofferto, ma non l’intensità della sofferenza. Questa è la percezione più bella, vivere il momento, l’oggi, con la certezza che puoi solo migliorare.

Ho dovuto cercare la lista di sintomi scritta ad inizio trattamento OG per confrontarli con quelli rimasti.

A livello fisico ci sono stati tanti cambiamenti, lo si vede bene sugli esami comparativi della mia colonna vertebrale: diminuita iperlordosi lombare (wow mi alzo alla mattina senza quel dolore fisso alle lombari: sparito da tempo) e sull’appoggio plantare: piede valgo con arco plantare abbassato è tornato normale, rimane l’alluce valgo che però non mi duole più (ero arrivata a scaricare + 20 kg su questo piede).
Crisi di emicrania, sparite.
Scomparso pure il dolore all’orecchio opposto al mio cedimento posturale e quella specie di picchiettio/rimbombo che lo accompagnava.
Sono rimasti altri dolori/disturbi che si alternano a periodi, giugno-luglio sono stati mesi pesanti, ma tutto sommato già ora ho una migliore qualità di vita rispetto a prima.

In generale ho molta più energia e resistenza, mi sono resa conto che spesso prima di iniziare il trattamento avevo questo pensiero ricorrente:
“la prossima sfida/difficoltà che mi arriva non la reggo”.
Oggi sorrido, mi sento veramente più forte, più in equilibrio per affrontare le difficolta’ della vita, con più calma; è una forza che si sprigiona dall’interno del mio essere.

Alle persone che vorrebbero iniziare ma sono titubanti voglio dire: non abbiate paura, la guarigione completa del vostro essere, a tutti i livelli, è nelle vostre mani sara’ merito vostro, naturalmente non dimentico le persone fantastiche che vi aiuteranno; GRAZIE DI CUORE A LORO (in primis a Maurizio ovviamente) ma il gran merito sara’ vostro perché avrete avuto il coraggio di aprirvi alla conoscenza di un meccanismo che migliorerà la vostra esistenza e ne beneficieranno pure le persone accanto a voi.

Un caro saluto Tatiana 


Iscriviti alla nostra Newsletter
Rimani informato e aggiornato!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •