Evidenze su individui con Disequilibri Meccanici Abituali mai identificati e presi in considerazione come causa di indebolimento fisico-psichico, affetti da Sars Covid 19 e ricoverati in terapia intensiva.



“Aggiornamento agosto 2021: la mia scoperta è finita su Pub Med senza citarmi e snaturandone il significato. Ma c’è. Il paradosso continua….”


Questo articolo non vuole essere un articolo di denuncia o contro questa o quella disciplina medica ma vuole essere un sincero contributo per provare a spiegare la motivazione o, quantomeno, una importante motivazione per la quale un individuo potrebbe essere asintomatico e un altro potrebbe finire in terapia intensiva.

Non ho la possibilità di scrivere articoli su PubMed per ovvii motivi ma siccome alcuni ricercatori medici si permettono, in tutto il mondo, di pubblicare articoli con le mie tesi spacciandole per loro, permettetemi almeno sui miei siti e sulle mie pubblicazioni di fare una seria critica nei confronti di chi ha fatto il Giuramento di Ippocrate ma sembra (a mio avviso e sottolineo a mio avviso) averlo in gran parte dimenticato.


E’ oggettivo: un individuo che ha un DMA dalla Fase 2/3 in su, fino alla Fase 4/5, è un individuo meccanicamente indebolito e, spesso, per la medicina, è considerato una persona SANA.

Non vi viene in mente nulla?

Persone considerate precedentemente SANE ed in terapia intensiva per il Covid che per me erano tutt’altro che sane ma con DMA in Fase 3/4 a loro insaputa e ad insaputa dei loro medici/preparatori/medici alternativi.


Il DMA (Disequilibrio Meccanico Abituale del corpo umano) si può identificare a prescindere dalla posizione/postura del corpo. Si vede anche da distesi supini in un letto, per intenderci.

Chi ha letto il mio libro saprà che le linee che traccio, le traccio per darvi un’indicazione del tipo di DMA (non mi servono certo per applicare il CPT-OG) ed indicano il rapporto scheletrico cranio-mandibola-arti-colonna ma nel caso specifico basta il rapporto cranio mandibola.

Il rapporto scheletrico cranio mandibola è complesso da individuare perchè le parti molli (muscoli, pelle, organi etc) mascherano appunto questo “confronto”-“rapporto scheletrico” ovvero la posizione che le ossa hanno tra loro e nello spazio circostante.

Ammesso e concesso che riusciate oggi a vederli, non sapreste poi correggerli. Da qui i pasticci combinati da personaggi che negli anni hanno provato a inventarsi trattamenti prendendo spunto dalle mie tesi o miei ex clienti: sono incompetenti, vi mandano a “sbattere”.


Una persona con una Fase 3/4 (ribadisco, sconosciuto dalla medicina internazionale) è una persona che ha questo rapporto scheletrico (ne riporto solo un esempio, per comodità); vi allego l’immagine di un sito medico (a scanso di equivoci) che senza essere ferrato sulla mia invenzione e senza essere autorizzato da me, copia l’immagine creata da me che indica la mia scoperta e un rapporto scheletrico cranio mandibola di Lateralizzazione della mandibola rispetto al cranio:


Lo so, non ci credete, e allora ecco la pagina del mio libro pubblicato nel 2009:


Capite perchè spesso alcuni miei articoli sembrano arroganti o presuntuosi?

In realtà ho parecchi argomenti che, di fatto, interessano anche alla medicina ma, purtroppo, invece di chiedere a me cosa ho scoperto, strumentalizzano la mia scoperta per continuare a procrastinare e a vendere loro tesi non scientifiche.

Il CPT-OG CORREGGE IL DISEQUILIBRIO MECCANICO ABITUALE DEL CORPO: è evidente. Chi lo nega è un negazionista?


Ma veniamo ai nostri malati Covid in terapia intensiva:

un rapporto scheletrico cranio mandibola in Fase 3/4 in tutti gli individui che ho visto in questi mesi dalle immagini PUBBLICHE e pertanto pubblicabili, potrebbe essere questo:


E’ curioso che il “negazionismo” in questo caso sia, a mio avviso, in parte corretto perchè questo signore se fosse dritto, in Equilibrio Meccanico Abituale secondo la mia scoperta e non sovrappeso (non eccedesse in carboidrati), potrebbe probabilmente non essere in terapia intensiva?

A mio avviso assolutamente e scientificamente si.

Lo scrivo con matematica certezza perchè questa persona è sicuramente una persona indebolita prima del covid e con i polmoni compressi dal DMA in Fase 4 e che non viene mai preso in considerazione dalla medicina.

Perchè i medici non parlano delle condizioni fisiche-meccaniche-dell’alimentazione delle persone che finiscono in TI (escludendo i malati cronici. giustificati in parte ma anche loro con DMA mai identificati e correlati)?


Questa, a mio avviso, è una enorme lacuna della classe medica che mi fa scrivere pubblicamente che è la medicina la vera negazionista, non i negazionisti.


Intendiamoci, non sto parlando di cure del Covid. Il Covid quando c’è va curato con ogni mezzo che compete al medico e alla medicina ma vi sto dicendo che ci sono degli “amplficatori” della patologia in persone in DMA che nessuno vede e correla con l’indebolimento fisico-psichico e del sistema immunitario.

Lo dico con anni di esperienza sul campo, salvando me stesso e migliaia di persone, anche medici, da sintomi cronici, disturbi e anche malattie.


Di seguito i molteplici casi (pubblici) che ho visto in questi mesi; NESSUNO di loro è dritto o ha Disequilibri Meccanici Abituali lievi (Fase 1-2):




Questo ragazzo ha i bulbi oculari su due piani spaziali differenti. Lo vedete? Se non ci credete siete negazionisti. Anche le narici del naso sono asimmetriche. E’ un DMA grave: Fase 4:


Questo ragazzo è rimasto positivo al Covid per mesi. Non era una persona “sana”, o meglio, per la medicina si, per me no, era molto indebolito fisicamente e meccanicamente.


Questa povera signora non sapeva di avere una Condizione Meccanica Abituale scorretta e grave che la indeboliva fisicamente e meccanicamente (lo scrivo con umiltà e rispetto):


Questo signore era indebolito ben prima del COVID, a sua insaputa, evidentemente, ancora oggi.



Parlando di pronazione dei pazienti in Terapia Intensiva, mi permetto di segnalare che una persona con DMA in Fase 3/4 ha la zona del cuore/diaframma innervata dalla zona della colonna che corrisponde all’incrocio tra trapezi e psoas.

Una persona con DMA in Fase 3/4 ha il diaframma bloccato e la posizione prona semplicemente aiuta il diaframma a lavorare un pochino meglio ma….ahimè…a danno della colonna cervicale.

I medici sostengono che non conoscono bene le cause di questo fenomeno posturale che “aiuterebbe” i pazienti; io si:


Il problema è che chi ci governa e chi dovrebbe avere cura della nostra salute è in DMA evidente e non sa di esserlo:

Viceministro della Salute Sileri


Poi ci sono le “cavie” del vaccino che hanno DMA evidenti e non sanno di averli: che risposte avranno le sperimentazioni su persone indebolite meccanicamente ma considerate “sane” per la medicina?.

Secondo la mia scoperta ci sono delle variabili enormi che le case farmaceutiche non prendono in considerazione; sperimentare un vaccino su una persona con DMA in Fase 1 e una con DMA in Fase 4 danno risultati assolutamente fasulli.

Chi nega questa evidenza, sia esso medico o non medico, può essere considerato negazionista?

Per chi contestasse la “posa” dell’intervistato; il DMA si vede in qualsiasi postura si possa assumere:


Dulcis in fundo i noti “virologi”; NON sono in Fase 4 salvo il dott. Galli che è una Fase 3/4, il dott. Ricciardi in Fase 3:





Ribadendo il mio rispetto per tutte le professioni ed i professionisti, ribadisco che spesso non vediamo macro-problemi che abbiamo tutti i giorni davanti allo specchio e che potrebbero farci vivere una vita qualitativamente migliore e sicuramente più forti, anche per affrontare malattie.


E i politici? Non li elenco tutti, sarebbe un’ecatombe di DMA:


01 dicembre 2020 – Maurizio Formia (immunodepresso per un tumore, ex DMA in Fase 4)


Per approfondire:

https://www.maurizioformia-og.studio/ho-scoperto/le-interrogazioni-parlamentari-lammissione-di-una-lacuna-legislativa-e-giuridica/

https://www.maurizioformia-og.studio/2019/11/25/tentativi-di-imitazione-abusivi-non-appropriati-in-tutto-il-mondo-da-parte-di-medici-ed-operatori-sanitari/

Mezzo milione di visitatori e milioni di pagine lette:
Visitors
62460