Entrambe le cose. A mio avviso.


Ritengo sia ormai una verità scientifica. In questi mesi ho pubblicato diversi articoli che ritraevano persone gravemente malate di Covid finite in terapia intensiva e persone che non ce l’hanno fatta.

Tutte hanno una Condizione Meccanica Abituale compromessa, non per il Covid ma dalla nascita.

Il Disequilibrio Meccanico Abituale di queste persone, tutte le persone di cui ho avuto notizia e immagini, è della tipologia più grave, quella che identifico come Fase 4 secondo la mia scoperta ed invenzione.

Non è un caso. Una persona con DMA in Fase 4 è molto indebolita, quasi sempre ha uno stiramento della gabbia toracica sia anteriormente che posteriormente con compressione meccanica dei polmoni.

Il problema è che questo “problema” la medicina, l’OMS e chi ne fa le veci, non lo vede, non lo identifica visivamente e pertanto non lo identifica come disturbo o come possibile causa di sintomi e/o malattie.

In questo caso, secondo me che non sono medico ma ho scoperto il Meccanismo che Sostiene Corpo e Psiche scopiazzato malamente in tutto il mondo da moltissimi medici e operatori sanitari, utilizzato per tesi di laurea e per ricerche e pubblicazioni “abusive”, in questo caso il COVID 19 è solo “La goccia che ha fatto traboccare il vaso”.

Purtroppo.

Nessuno l’ha mai visto. Di solito queste persone, quando trovavano le mie pubblicazioni, si rivolgevano a me per correggere questa problematica. Molti di loro non hanno trovato le mie pubblicazioni o semplicemente sono state “ingannate” dai millemila siti web che propongono laqualsiasi, perdendo L’Opportunità.

Un DMA come questo che evidenzio per comodità solo nel rapporto scheletrico cranio mandibola ma va tenuto conto di tutto il corpo, ha conseguenze sul polmone sx indebolito mentre il destro, irrigidito, non riesce a contrarsi e a svolgere il proprio lavoro, da sempre, molto prima del Covid 19.

Ho chiesto ai medici di ricercare in questa direzione….fino al Presidente della Repubblica, ho due Interrogazioni Parlamentari dove pongo queste domande che per me sono retoriche ma le presento come domande, come quesiti per evitare di voler “fare il sapientone” di fronte ad accademici e ricercatori che, e questo è il paradosso, hanno il mio libro nelle loro librerie.


Parlando di complotti e di complottisti, questa signora pubblica sul suo Facebook l’immagine di questo signore strumentalizzando il fatto che prima sosteneva che il virus non esistesse e poi l’ha preso e sta lottando da mesi per guarire.

Io le trovo “guerre tra poveri” perchè questo signore ha un DMA in Fase 4 ed è grave meccanicamente ben prima del Covid 19.

Tuttavia, un DMA in Fase 4 come questo fa lavorare molto il cervello ed ecco svelata la motivazione della sua “criticità verso il sistema”: è semplicemente una persona che si fa domande e che non trova giuste, corrette, le risposte preconfezionate da virologi e da OMS.

In questo caso allora dovrei essere anche io definito complottista?

Giudicate voi la posizione di cranio e mandibola di questo signore:

E’ un DMA in Fase 4 leggermente meno grave del povero ragazzo di 24 anni.

Forse è per questa ragione che è leggermente più forte e sta ancora lottando?

Vorrei che se ne prendesse atto.

E’ una problematica MACROSCOPICA che avete tutti davanti agli occhi….

e non vedete.

O fate finta di non vedere.

Di seguito un link che rimanda ad altri link di articoli che ho scritto e pubblicato in questi mesi di “lockdown” e che dovrebbero far riflettere tutto il sistema, senza complottismi ma utilizzando la vista, la meccanica e la fisica, quindi la scienza.

29 maggio 2020 – Maurizio Formia

Iscriviti alla nostra Newsletter
Rimani informato e aggiornato!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *